AppleInsider riferisce che Apple ha depositato presso l’USPTO (Ufficio statunitense dei brevetti e dei marchi di fabbrica) un brevetto in cui viene descritta una nuova tecnologia per scoprire se un nostro contatto è disponibile per essere contattato.

Il brevetto, chiamato “Methods to determine availability of user based on mobile phone status“, mostra un sistema attraverso il quale è possibile inviare automaticamente i dati sullo stato di funzionamento del proprio dispositivo ad un server centrale. Questi dati potranno poi essere usati da un secondo utente per determinare se siamo in grado di ricevere una chiamata.

Brevetto

Secondo questo brevetto iOS invierebbe periodicamente le informazioni su posizione, potenza del segnale, eventuale vibrazione inserita, attivazione o meno della modalità aereo, autonomia della batteria, ecc.. Potremo dunque sapere se la persona che desideriamo chiamare ha il silenzioso attivato, se è senza batteria o segnale, in sostanza se è in grado di ricevere la nostra chiamata. Inoltre potrebbe anche essere possibile stabilire delle condizioni particolari in base alla nostra posizione, ad esempio per risultare “occupato” in dato luogo, così da non essere disturbati e farsi richiamare in un secondo momento.

Attualmente, stando a quando esplicitato nel brevetto, la tecnologia interesserebbe soltanto FaceTime, ma nulla esclude che in futuro non possa arrivare sulla normale rete cellulare o aprirsi ad altre piattaforme.