Si può già parlare dei prossimi iPhone? Non c'è dubbio che sia prematuro, visto che mancano ancora diversi mesi prima del lancio, però l'attenzione è sempre molto elevata, con rumor, indiscrezioni e spesso supposizioni, che partono con larghissimo anticipo. Secondo Business Insider Samsung ha confermato di essere stata scelta da Apple come unico fornitore per chip A9 dei futuri iPhone, assicurandosi un vantaggio contro la rivale TSMC, che ha prodotto gli A8.

apple-a9

Pochi giorni fa si parlava anche della possibilità del ritorno di un 4" tra i top di gamma della casa di Cupertino, quello che alcuni ipotizzano possa chiamarsi iPhone 6c (di cui abbiamo visto una scocca probabilmente fasulla). Secondo Ming-Chi Kuo (via AppleInsider), analista noto per aver previsto le caratteristiche di molti nuovi prodotti di Apple prima della presentazione, questa possibilità è molto remota. I prossimi iPhone manterranno le attuali dimensioni dello schermo di 4,7" e 5,5" e si distingueranno dai precedenti per il Force Touch. Non soltanto dal punto di vista tecnologico ma anche, e soprattutto, per via delle nuove funzionalità che si potranno implementare nell'interfaccia di iOS. Tuttavia la tecnologia, dice Kuo, potrebbe essere diversa da quella presente sul Trackpad dei nuovi MacBook perché, per limitare l'occupazione, la valutazione dei livelli di pressione sarà affidata al sensore capacitivo. In pratica per determinare quanto si sta premendo il dito sullo schermo verrà analizzata la superficie di contatto, che sarà ovviamente maggiore schiacciando con più forza.

12378-6186-Screen-Shot-2015-04-02-at-105723-AM-l

Le ipotesi dell'analista, perché di questo si tratta, non si fermano qui. Kuo ritiene che il salto generazionale in termini di funzionalità sarà così marcato che Apple chiamerà i nuovi iPhone 7 e 7 Plus. Dopo il modello Edge, la casa di Cupertino ha seguito uno schema ricorrente nei nomi, presentando prima un nuovo design e l'anno successivo il perfezionamento hardware con la "s" (3G/3GS, 4/4s, 5/5s, 6). Saltare il 6s sarebbe piuttosto insolito, specie se non verrà modificato l'aspetto dei terminali, per cui la previsione non sembra troppo probabile. A prescindere dal nome, la cosa certa è che arriveranno nuovi iPhone entro la fine dell'anno e che saranno più potenti grazie ai chip A9 realizzati da Samsung (e progettati da Apple). Sicuramente non smetteremo di sentire rumor e vedere leak nei prossimi mesi ma, come sempre, vi proporremo solo i più interessanti.