Si amplia la gamma di servizi offerti da WhatsApp, che continua a crescere sotto l'ala protettrice di Facebook nonostante la parziale concorrenza interna di Messenger. Nonostante la crescita di soluzioni alternative e indipendenti come Telegram, la popolarità di WhatsApp rimane ancora molto alta, così come il suo utilizzo. Ecco che, dopo i messaggi, è il turno delle chiamate. Arrivate dapprima su Android (e BlackBerry, per dover di cronaca) a cavallo tra marzo e aprile, oggi debuttano pure sulla versione per iOS.

whatsappchiamateios

Il principio di funzionamento è molto semplice, con un'apposita opzione per chiamare il contatto desiderato. Il tutto avviene ovviamente via VoIP, come Skype e Viber, col risultato di incidere solamente sulla quota messa a disposizione dal proprio piano dati, senza spese aggiuntive. Avendolo potuto provare su Android già da qualche settimana, posso ritenermi complessivamente soddisfatto della qualità audio, meno del sensibile ritardo che 'permette' di riascoltare la mia stessa voce prima di sentire la risposta della persona chiamata, anch'essa in ritardo. Ogni esperienza d'uso sarà però storia a sé, in base al segnale e alle prestazioni della rete in zona; un altro fattore da considerare è costituito dagli APN con filtri di alcuni operatori mobili. Nel mio caso, infatti, ho dovuto cambiare APN in quanto con quello predefinito l'audio era metallico e a scatti (più di qualcuno avrà probabilmente intuito di quale gestore si tratti).

Esattamente come sta avvenendo su Android, anche sugli iDevices il rilascio sarà graduale e non tutti gli utenti saranno automaticamente abilitati oggi; da ciò che si legge in rete, i trucchi finora utilizzati per accelerare il processo di attivazione sembrano ora essere inefficaci. I prossimi in lista saranno gli utenti Windows Phone, andando così a completare il cerchio. Anche le altre migliorie apportate dall'aggiornamento 2.12.1, disponibile dall'apposita sezione dell'App Store, sono molto gradite: un'estensione dedicata alle app di terze parti per condividere rapidamente contenuti su WhatsApp, un pulsante dedicato per lo scatto di nuove foto o la scelta di già esistenti da inviare, la modifica dei contatti all'interno dell'applicazione e infine la possibilità di inviare più di un video alla volta con opzioni per ruotarli e tagliarli, similmente a quanto già fattibile con le immagini.