Se pensiamo al lancio di un nuovo prodotto Apple vengono in mente le lunghe file davanti ai negozi, che spesso iniziano dalla notte prima e si protraggono fino al mattino. Orde di appassionati che si ritrovano, fanno amicizia e vivono insieme un'esperienza tutto sommato divertente (a detta degli stessi partecipanti) che si conclude con l'acquisto del tanto agognato dispositivo. Con l'Apple Watch le cose andranno diversamente, infatti Angela Ahrendts ha fatto sapere che non ce ne saranno disponibili all'acquisto fino al mese di giugno. Così alla data di lancio prefissata, ovvero il 24 aprile, si potranno solo vedere gli esemplari esposti nei negozi, ma l'acquisto dovrà essere effettuato online, con tempi di attesa che si prefigurano già molto lunghi.

angela-ahrendts

Anche tra i dipendenti ha iniziato a serpeggiare il timore che l'ex CEO di Burberry, ora Vice Presidente degli Apple Store, avesse intenzione di modificare drasticamente l'esperienza di lancio dei nuovi prodotti. Da molti è considerata una con la puzza sotto il naso e avrebbe senso immaginarla inorridita di fronte a quelle scene di caos a cui si assiste regolarmente il primo giorno di disponibilità di un nuovo dispositivo Apple. Passare agli ordini online consentirebbe di rendere l'esperienza più semplice, in un certo senso più elegante, ma con l'Apple Watch non è filato tutto liscio e non si riuscirà a rispettare la data di lancio prevista. Il malcontento deve essere arrivato fino ai piani alti di Cupertino, tant'è che la stessa Ahrendts ha realizzato un video per i dipendenti degli Apple Store (poi pubblicato da Mac4Ever su DailyMotion) che potete vedere di seguito:

Dalle sue parole emerge un quadro diverso da quanto immaginato poco prima, poiché dice, senza mezzi termini, di non voler abbandonare gli iconici lanci di Apple, quelli con le lunghe file e i dipendenti dell'Apple Store che accolgono il primo entrato come fosse una star di Hollywood. Il motivo di questo cambiamento con Apple Watch non è, dunque, da ricercare nella volontà della Ahrendts, quanto nella necessità di far fronte agli ingenti preordini. Non si tratta solo di un nuovo prodotto, dice nel video, ma di una categoria completamente nuova per Apple. È la prima volta che la casa di Cupertino inizia i preordini due settimane prima del lancio e le richieste sono state "overwhelming", ovvero travolgenti. Inoltre ci si è messo anche di mezzo il nuovo MacBook, che secondo la stessa Ahrendts sta avendo un successo analogo, in particolar modo nelle colorazioni grigio siderale e oro. Ricordiamo che quest'ultimo è già in vendita anche in Italia, mentre l'Apple Watch sarà presente negli Store dal 24 aprile ma solo in Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Hong Kong, Giappone, Inghilterra e Stati Uniti. L'inizio dei preordini in Italia potrebbe comunque essere molto vicino, forse già nel mese di maggio.

In definitiva i cambiamenti in occasione del lancio di questi due prodotti sono da considerare delle eccezioni, per il futuro si ritornerà ai metodi classici. C'è ancora speranza, insomma, per chi vuole passare una notte insonne in fila davanti ad un Apple Store per accaparrarsi uno dei primi esemplari di iPhone e iPad.