nokia-alcatel-lucent

Nel momento in cui Nokia ha venduto a Microsoft la sua divisione mobile è rimasta con tre asset societari: Nokia Technologies e Networks, che si occupano di ricerca e infrastrutture di rete, ed HERE, focalizzata su mappe e servizi di localizzazione. Quest'ultima rappresenta l'ultima attività "visibile" nel mondo consumer, visto che ognuno di noi può scaricare l'app HERE sul proprio smartphone. Ma l'azienda finlandese, che aveva conquistato la ribalta con i cellulari nell'era pre-iPhone, ora ha bisogno di focalizzare la propria attività in quei settori dove è ancora fortemente competitiva. In quest'ottica non deve stupire che abbiano dichiarato di valutare opzioni strategiche per HERE, confermando la propensione alla vendita che era nell'aria da alcuni giorni. Allo stesso tempo, con l'obiettivo di consolidare la propria attività nel campo delle infrastrutture di rete, hanno raggiunto un accordo per acquisire la francese Alcatel-Lucent per un totale di 15,6 miliardi di euro. Il marchi Alcatel-Lucent verrà mantenuto, ma il nuovo polo sarà in grado di competere meglio con la svedese Ericsson. Curiosamente anche quest'ultima aveva abbandonato anni fa il mondo consumer per concentrarsi sul networking.