NokiaHereMaps-1

Dopo la cessione della divisione mobile a Microsoft e l'acquisto di Alcatel-Lucent, Nokia è sempre più indirizzata sulle soluzioni di networking, in diretta competizione con Ericsson e Huawei. In quest'ottica HERE è un asset che appare ormai superfluo e non ben integrato in quello che sarà, d'ora in poi, il core business dell'azienda. Non stupisce, dunque, che la finlandese abbia messo HERE sul mercato, pagata 8,1 miliardi di dollari nel 2008. Secondo un report di Bloomberg, non ancora confermato dai portavoce di Nokia, l'azienda avrebbe proposto l'acquisto per 3,2 miliardi di dollari ad Apple, Alibaba, Facebook, Sirius, Baidu, Harman, Silver Lake, General Atlantic e Hellman & Friedman. Ognuno di questi potrebbe nutrire un certo interesse per HERE. Ad esempio Apple potrebbe integrare la piattaforma con Mappe per migliorare ulteriormente il servizio e competere con più determinazione contro Google Maps.