Abbiamo trattato spesso la composizione nelle scorse settimane, si tratta di un aspetto molto importante nella fotografia e non è facile da formalizzare, per questo motivo sono nate molte regole, come quella dei terzi, per codificare e semplificare l'argomento. L'obiettivo ultimo è creare una foto piacevole, cioè facile da osservare ma anche interessante. Per raggiungere questo scopo possiamo utilizzare molti metodi diversi e non sempre facilmente decifrabili. In questo articolo voglio trattare alcuni aspetti meno conosciuti che possono essere utili come approccio differente alla composizione e post-produzione.

L'esposizione

L'esposizione è la prima "arma" del fotografo quando si parla di controllare uno scatto, per quanto si parli di "esposizione corretta" credo che questo sia un'errore che non dovrebbe essere fatto. Si può parlare di "esposizioni sbagliate" per definire alcuni limiti, più oggettivi, da non oltrepassare. Sto parlando di evitare grosse zone scure senza dettagli o ampie zone bruciate, ma nel mezzo abbiamo molte possibili esposizioni, tante quante le interpretazioni dello scatto. Anche decidere di dare uguale risalto a tutte le zone della foto è una scelta di composizione, perché l'occhio sarà ugualmente "attratto" da tutte le parti della foto, se invece vogliamo focalizzare l'attenzione in una zona piuttosto che in un'altra possiamo esporre in modo che questa sia evidenziata o meno. Ciò può essere fatto in fase di scatto o in post produzione, se partiamo da una foto molto bilanciato (istogramma totalmente compreso tra i due estremi) possiamo poi decidere cosa esaltare o meno in fase di sviluppo. Quello che stiamo facendo è composizione dopotutto, in quanto il nostro operato influenzerà come la foto viene percepita e "letta" dall'occhio.

Comporre con luce e colori

"Comporre con la luce e i colori" significa utilizzare la differenza di luminosità e di tono per guidare l'occhio dentro l'immagine, per aumentare l'importanza del soggetto o per evitare le distrazioni di alcuni particolari indesiderati.

composizione-avanzata-3

In questo caso la luce principale (il sole) cade molto vicino al soggetto, creando un punto d'interesse molto importante, l'occhio non vaga per cercare il soggetto ma si concentra subito sul sole e di conseguenza sul faro, oltretutto la linea guida del sentiero converge nello stesso punto e le nuvole si irradiano di colore sempre da quella zona.

composizione-avanzata-5

In questo secondo scatto che vi propongo possiamo trovare un importante punto d'interesse nel faro, essendo posizionato nel terzo e innalzandosi solitario all'orizzonte viene percepito come molto importante dal nostro cervello. Anche la posizione della nuvola non è casuale, avrei potuto scattare con la nuvola sinistra (magari pensando di bilanciare lo scatto), invece ho preferito che fosse sopra al faro per evitare di creare una seconda zona d'interesse che avrebbe creato un'indecisione alla vista. In questo caso il colore della nuvola è molto importante, molto caldo rispetto ai toni freddi del resto della foto, creando un bel contrasto. Questo aspetto è presente in fase di scatto, il sole è già tramontato, dal nostro punto di vista, ma illumina la nuvola di luce calda e il resto del paesaggio è già in ombra, quindi con toni freddi. Riconoscendo questo "punto di forza" possiamo accentuarlo in post produzione, rendendo il contrasto caldo/freddo più evidente. Osservate anche come la luce sia più forte proprio dietro al faro a causa della posizione del sole e per via della vignettatura che non ho volutamente corretto e perfino leggermente aumentato in post-produzione, il che ci porta al prossimo punto.

La vignettatura

Se intendiamo la composizione come "l'arte di saper inquadrare una scena per renderla di immediata e interessante lettura dall'occhio umano" allora nel "comporre con la luce" rientra anche la vignettatura. Quando scuriamo leggermente i bordi di una foto stiamo chiedendo all'occhio di lasciar stare quella parte del frame e di concentrarsi sul resto, quindi stiamo "guidando" l'occhio dell'osservatore. Utilizzando questo strumento anche solo in piccolissime quantità possiamo aggiungere sia importanza al soggetto che tridimensionalità allo scatto. Quando utilizzo il classico obiettivo 50mm f/1.8 mi trovo a correggere la prospettiva in post-produzione ma non la vignettatura, che a volte conferisce più profondità alla foto. Non utilizzo pesantemente la vignettatura nei miei scatti, ma ne riconosco il potenziale, a volte una leggera riduzione di luminosità ai bordi può aiutare.

Le zone di luce come punti d'interesse

Quando componiamo uno scatto è importante tenere a mente quali sono le zone più luminose, perché queste attrarranno lo sguardo più delle altre, quindi non sottovalutiamo questo potenziale punto di forza o di debolezza del nostro scatto. Il sole è ovviamente la principale fonte di luce che possiamo avere in una foto all'aperto. Spesso è troppo forte per essere incluso, ma possiamo posizionarlo subito fuori l'inquadratura (per evitare bruciature), oppure includerlo quando è molto basso all'orizzonte o poco prima di nascondersi dietro un ostacolo.

composizione-avanzata-2

In questa foto potevo probabilmente comporre diversamente per escluderlo, ma il fatto che fosse basso ha permesso di includerlo senza bruciare la foto. Riconosco che ha creato un po' di sbilanciamento, ma la situazione di luce era veramente molto interessante, a posteriori avrei inquadrato leggermente più a destra per creare una maggiore simmetria tra i due elementi (il faro e il sole), così da averli entrambi simmetrici rispetto al centro.

Il contrasto: Il chiaro e lo scuro

Nel primo articolo sulla composizione parlai delle linee guida, uno dei "fondamenti" della composizione secondo il mio parere. Una linea guida non è solo un elemento concreto e ben definito, ma potrebbe anche essere rappresentata dalla linea di contrasto che si crea dal passaggio tra luce e ombra. L'ombra di un oggetto è parte dell'oggetto stesso, deve quindi essere considerata in fase di scatto. Tagliare l'ombra potrebbe risultare spiacevole nell'immagine. Parlando di contrasto voglio far presente che ombre e luci si comportano diversamente nella foto per l'occhio umano, un'ampia zona d'ombra sarà considerata meno importante di una di luce, però se uniamo tante zone di luce e di ombra possiamo ottenere forme e linee guida interessanti. Questi contrasti sono fondamentali nelle foto in bianco e nero o quando scattiamo silhouette, dove il contrasto è sia linea guida che soggetto.

composizione-avanzata-4

In questo semplice scatto il contrasto che crea la silhouette è fondamentale per evidenziare il sole che si sovrappone quasi perfettamente alla cupola della moschea.

composizione-avanzata-1

In questa foto le strisce dell'acqua (la spuma) sulla spiaggia nera sono fondamentali per la riuscita dello scatto, sono importantissime linee guida che portano lo sguardo verso il ghiaccio e dentro la foto (non fuori!). Oltretutto mi danno uno spunto per divagare velocemente facendo notare che a volte i punti di forza di una foto non sono ovvi e scontati, in questo caso senza utilizzare i giusti tempi e scattando nel momento giusto della risacca non si sarebbero create le stesse strisce e quindi linee guida. Ho deciso di chiudere con questa foto per diverse ragioni, è presente anche un po' di vignettatura per concentrare lo sguardo al centro, il soggetto è centrale e non sul terzo e l'orizzonte è molto schiacciato in alto. Le regole "classiche" sono state tralasciate mentre sono molto forti i concetti si composizione con contrasto e colori. La foto è quasi monocromatica (in "scala di blu") con il soggetto che si discosta di tono dal resto della foto. Potete trovare altri suggerimenti sulla composizione al di fuori dei classici schemi in questo articolo.