Chrome è uno dei prodotti su cui l’azienda di Mountain View punta di più. Effettivamente bisogna riconoscere che è un ottimo browser, ma non è esente da difetti. In particolare è nato come un progetto molto snello, ma con il passare del tempo è diventato pesantissimo. Per via delle sue caratteristiche arriva a consumare molta energia e spesso manda la CPU al 100% anche con poche pagine aperte, tant'è che c'è perfino una guida ufficiale che spiega come ridurre la memoria utilizzata da Chrome. Recentemente si è venuto a sapere che il team di sviluppo è al lavoro per diminuire l'utilizzo di risorse del browser, sia in ambiente desktop che mobile.

Chrome

Nella giornata di oggi, invece, veniamo a sapere (via Tom's Hardware) che Google e Adobe, si stanno dando da fare per creare una gestione migliore degli elementi Flash. Questi permettono di inserire nelle pagine web contenuti più ricchi e complessi, ma spesso vengono sfruttati per delle inutili e fastidiose pubblicità, che per giunta richiedono molte risorse hardware per essere visualizzate. Ecco quanto dichiarato dall’azienda sul blog ufficiale di Chrome:

Quest'oggi introduciamo un aggiornamento in Chrome per assicurare un'esperienza sul web efficiente dal punto di vista energetico, oltre che ricca e interattiva.

All’apertura di una pagina web verrà eseguita una rapida scansione dei contenuti in Flash. Quelli inutili verranno bloccati automaticamente dal nuovo tool, che sarà attivato di default. Il browser metterà in pausa i contenuti che non sono centrali nella pagina (come le animazioni Flash), continuando invece a riprodurre quelli principali (come i video). L’esperienza di navigazione, assicurano da Mountain View, non sarà affatto compromessa da questa nuova protezione, dal momento che l’utente potrà deciderà comunque di visionare un elemento bloccato con un semplice click sul plug-in stesso. Al momento la nuova funzionalità è attiva solo nella versione Beta di Chrome, ma sarà disponibile di default nella prossima versione stabile, la 44. È comunque possibile usufruirne fin da subito anche in Chrome 43. Per farlo basterà aprire le Impostazioni (o in alternativa scrivere chrome://settings/content nella barra degli indirizzi), scorrere in basso fino a trovare "Mostra impostazioni avanzate...", cliccare sul pulsante "Impostazioni contenuti..." sotto Privacy e poi selezionare “Rileva ed esegui importanti contenuti plug-in” sotto la sezione Plug-in.

plugin

Google ha inoltre dichiarato che questo è soltanto il primo di una serie di miglioramenti in arrivo per ottimizzare la gestione della batteria. Le premesse sembrano ottime e quindi non ci renda che attendere.