Non sempre gli annunci di Apple riguardano nuovi prodotti, servizi o iniziative in senso positivo. Come ogni azienda, deve affrontare in pubblico situazioni critiche tanto a livello nazionale, negli USA, quanto globale (l'Antennagate è senz'altro l'esempio più famoso). Oggi da Cupertino è stato diramato un importante richiamo rivolto a un prodotto Beats, lo speaker senza fili Pill XL, versione ingrandita del Pill recensito qui poco più di un anno fa.

beatspillxl

Il prodotto era venduto in vari paesi, Italia inclusa, da novembre 2013, pertanto di alcuni mesi antecedente all'acquisizione; avendo Apple come nuova proprietaria di Beats assunto l'obbligo di mantenere in essere garanzia e supporto dei suo prodotti la responsabilità del richiamo ricade su di essa. Il problema è piuttosto serio e comporta il rischio d'incendio del Pill XL in caso di surriscaldamento della batteria interna. Apple ha ritirato da oggi stesso il prodotto dal mercato e invita tutti coloro che l'hanno acquistato a smetterne l'uso e restituirlo all'azienda; in cambio riceveranno un rimborso incondizionato di 300 €, pari al prezzo a cui era venduto, erogato sotto forma di pagamento elettronico da riscuotere oppure buono acquisto per l'Apple Store. La procedura si avvia da questo form e dopo la presa in carico della richiesta si riceverà una scatola vuota affrancata in cui riporre il dispositivo da spedire indietro. L'erogazione del rimborso verrà effettuata dopo circa 3 settimane dalla ricezione del bene difettoso da parte di Apple. Le colorazioni in cui è stato venduto sono le seguenti: nero, bianco, rosa, "metallic sky" e "titanium".

Per quanto le probabilità di incendio siano rare, non significa che siano prossime allo zero né che non vi siano già stati casi: negli Stati Uniti ne sono avvenuti 8. L'invito per ogni possessore del Pill XL è dunque di non prendere sottogamba il richiamo e dare priorità alla propria sicurezza. Il Pill normale di dimensioni più ridotte non è soggetto ad analoghe iniziative, così come gli altri prodotti Apple e Beats.

(Modificato il 4 giugno a seguito di un errore nel mese di commercializzazione.)