Sony-A7R II

Giornata molto ricca di novità per Sony, che ha svelato alcuni dei suoi cavalli di battaglia per il 2015. La più importante è senza dubbio la mirrorless A7R II, la prima Full Frame al mondo con un sensore retroilluminato. Come il precedente modello punta molto sulla risoluzione, che raggiunge i 42,2MP, ma è stata espansa anche la gamma di sensibilità di due stop (ora fino a 102400 ISO). Non manca l'apprezzata stabilizzazione a 5 assi sul sensore, qui con 4,5 stop di guadagno, ma uno degli elementi di novità più importanti è l'utilizzo della messa a fuoco per rilevamento di fase per una maggiore velocità. La registrazione video raggiunge i 4K 30/25/24fps in formato XAVC S, che possono essere ottenuti sia sfruttando tutto il sensore che con un crop di dimensioni equivalenti al Super35 (fattore di crop 1,8x). Per sfruttare al meglio i 42,3MP e ridurre le vibrazioni durante lo scatto, è stata inserita la prima tendina elettronica, elemento che si era rivelato una mancanza importante della prima A7R durante l'utilizzo con teleobiettivi. La data di disponibilità sul mercato non è ancora stata ufficializzata, così come il prezzo in euro, ma quello in dollari sarà di $3200.

 

DSC-RX100M4

La seconda fotocamera presentata è la compatta prosumer Sony RX100 Mark IV, ennesima edizione dell'apprezzato modello che ha sdoganato l'utilizzo di sensori grandi e obiettivi luminosi in corpi compatti. Strutturalmente è identica alla RX100 Mark III (recensione), ma ci sono miglioramenti su molti ambiti. Il nuovo sensore da 20,1MP Exmor RS è una generazione avanti al vecchio BSI e, grazie ad una divisione dell'area fotosensibile rispetto a quelle dei circuiti, massimizza la porzione di spazio che riceve la luce. L'obiettivo è il medesimo Zeiss 24-70mm f/1,8-2,8, mentre l'utilizzo di una memoria DRAM dedicata al sensore ha concesso di aumentare la velocità di lettura delle informazioni, ottenendo una raffica a ben 16fps (superiore anche alle reflex top di gamma) e un tempo minimo di scatto di soli 1/32000 sec. Tra le novità spicca la registrazione video 4K con codec di alta qualità XAVC S e la possibilità di fare slow motion fino a 960fps (ovviamente non in 4K). L'ultimo elemento migliorativo rispetto la Mark III è il mirino elettronico, il quale passa da 1,44 a 2,35 milioni di punti, risultando più preciso e rapido nel refresh. La RX100 Mark IV sarà disponibile da luglio ad un prezzo orientativo di $1000.

DSC-RX10M2_right

Ultima, ma non per importanza, la Sony RX10 Mark II, che va ad aggiungere alcuni dei miglioramenti già visti nella RX100 IV. In particolare mi riferisco al nuovo sensore Exmor RS, alla presenza della DRAM per velocizzare la lettura, al video in 4K, lo scatto da 1/32000 e la raffica da 14fps. Come la precedente monta un impressionante obiettivo 24-200mm f/2,8 di manifattura Zeiss, mentre il mirino è un rinnovato XGA OLED da 2,35 milioni di punti. Sia in questa che nella RX100 IV abbiamo ovviamente il modulo Wi-Fi con NFC. La RX10 Mark II sarà disponibile da luglio ad un prezzo indicativo di $1300.