Dopo l'annuncio in pompa magna della disponibilità di Windows 10 per i sistemi desktop il prossimo 29 luglio (con tanto di notifica nella barra delle applicazioni a tutti gli utenti di 7 e 8), NeoWin è riuscito ad avere una slide usata da un portavoce di Microsoft per illustrare i periodi di lancio di tutte le incarnazioni del nuovo sistema operativo.

1_windows_10_mobile_launch_story

Dal testo riportato si evincono alcune interessanti novità sul futuro di Windows 10 e sul ciclo vitale delle sue vecchie incarnazioni: mentre per Windows 8.1 non è prevista la fine della propria disponibilità sul mercato, Windows 7 sarà ancora disponibile per 12 mesi dopo l'annuncio EOL (End Of Life, fine del ciclo vitale, ndr). Windows Mobile 10, invece, sarà disponibile nel tardo prossimo trimestre fiscale, ossia per fine settembre o metà ottobre. A ben guardare, si tratta di una scelta ben ponderata da parte di Microsoft: ogni ciclo di sviluppo rispetta il suo naturale rilascio, senza repentine accelerazioni che possano comprometterne la stabilità. Ricordiamo, infatti, che Windows 10 si presenta come il medesimo sistema operativo ottimizzato per tutte le piattaforme supportate (smartphone, computer, Xbox...) e in grado di adattare la propria UI in base alle necessità dell'utente (ad esempio, un futuro Lumia di fascia alta collegato ad un monitor e ad una tastiera, potrà mostrare le applicazioni che supporteranno l'opzione con l'interfaccia desktop) e, quindi, prima del lancio su ogni singola piattaforma è necessario un discreto lavoro di ottimizzazione e limatura. Qualche mese di attesa in più è, dunque, necessario per offrire quello che nelle intenzioni di Redmond deve e dovrà essere il sistema operativo della riscossa sulla concorrenza: ad oggi, la base di utenti di Windows Mobile è bassissima se rapportata a quella di iOS o di Android.