apple-pay

Apple Pay è ancora disponibile in pochissime nazioni e per un numero limitato di dispositivi, tuttavia la risposta degli utilizzatori sembra essere molto positiva. Non possiamo che augurarci che il sistema di pagamento contactless incluso in iPhone 6 e Apple Watch arrivi presto anche in Italia, ma a Cupertino stanno già ipotizzando future evoluzioni. Patently Apple ha infatti scovato un brevetto in cui compare come inventore Timothy Hurley, Senior Director di Apple Pay, che prevede la possibilità di effettuare pagamenti sicuri tra due iPhone (e potenzialmente anche Apple Watch). In pratica i dispositivi potranno riconoscerne altri nelle vicinanze per rendere possibile il trasferimento di denaro, utilizzando il Touch ID come dispositivo di sicurezza. Le transazioni sarebbero comunque criptate per proteggere i dati delle carte di credito degli utilizzatori. Un servizio del genere potrebbe essere utilizzato in milioni di modi, potenzialmente anche come POS dai piccoli esercenti. Le implicazioni sarebbero moltissime e non è escluso che Apple debba creare una propria banca per poter far funzionare il servizio entro i canoni di legge. In tutti i casi la prospettiva sembra molto interessante, per cui ci auguriamo che Apple Pay venga presto attivato anche nel nostro paese e che possa diffondersi e maturare.