Xiaomi annuncia la sua nuova Mi TV 2S, successore della prima Mi TV che ha riscosso un enorme successo nei mercati orientali. Come per il primo modello, il televisore di Xiaomi ha una dotazione hardware di tutto rispetto: display da 48" 4K a 60Hz, cornice in alluminio in cinque colorazioni diverse, spessore di soli 9.9 mm, SoC quad core MiStar 6A928 a 1.4Ghz, 2Gb di memoria RAM e 8 di memoria di archiviazione di massa, porte HDMI 2.0a, USB 3.0, Bluetooth 4.0 e supporto per il WiFi ac. Secondo Xiaomi, il colore ed il contrasto sono migliori rispetto ai televisori di Samsung e Sony. Come per tutti i suoi prodotti, il prezzo di vendita è molto allettante visto che si attesta attorno ai $485,00.

mi-tv-2s-2

Xiaomi, comunque, non vuol rimanere un marchio legato al mondo orientale: dopo aver conquistato una grande fetta di pubblico mondiale con alcuni suoi prodotti (come smartphone, tablet, fitness band e action cam), è ben conscia che il prossimo step per definire la propria leadership è quello del rafforzamento della propria posizione legale. Hugo Barra, CEO della società cinese e un tempo VP di Google per la divisione Android, ha infatti dichiarato in una recente intervista che il ricordo delle battaglie legali fra Apple e Samsung è ancora troppo recente e vivo e che, quindi, la conquista del mercato statunitense è subordinata alla tutela delle proprietà intellettuali della società, nonostante "gli smartphone tendano ad assomigliarsi un po' tutti". Del resto, la società è diventata in brevissimo tempo il quarto produttore di smartphone mondiale e, onde evitare di iniziare battaglie legali che potrebbero inficiare la continua espansione nel mercato, dovrà necessariamente tutelarsi contro gli attacchi dei concorrenti.