Apple ha lanciato “Mappe” con iOS 6 nel 2012 e da allora, tra critiche, problemi e apprezzamenti, molti sono stati gli aggiornamenti che la società ha effettuato per migliorare il proprio servizio. Che Apple voglia creare il suo Street View non è più un mistero e già tempo, dopo i rumor di febbraio, sono arrivate le conferme ufficiali in merito. Le auto dell'azienda di Cupertino hanno cominciato a muoversi sulle strade di varie città degli Stati Uniti, Regno Unito, Irlanda, Francia e Svezia già qualche mese fa, e oggi, secondo quanto riferisce Tom's Hardware, hanno iniziato a popolare anche Roma.

Apple Car

Come si può leggere sul sito ufficiale, i veicoli di Apple saranno nella Capitale per tutta l'estate e circoleranno nei municipi I, II, XII, XIII, XIV, XV. Operazioni di questo genere riportano spesso a galla il problema della privacy, per tale motivo l'azienda ha dichiarato:

Apple ha dispiegato veicoli in tutto il mondo per raccogliere dati che saranno utilizzati per migliorare le Mappe. Alcuni di questi dati saranno pubblicati nei futuri aggiornamenti dell'app. Prestiamo grande attenzione alla tutela della privacy dei nostri utenti quando raccogliamo questi dati. Per esempio, oscureremo i volti e le targhe nelle immagini raccolte prima di pubblicarle.

Negli anni scorsi abbiamo visto gli aggiornamenti a Flyover, i miglioramenti alla copertura satellitare e l’aggiunta di luoghi d’interesse. Con iOS 8 sono arrivati i nuovi segnaposto per le località con siti web, foto e recensioni, ma i miglioramenti più importanti sono sicuramente quelli in arrivo con la prossima release del sistema operativo: infatti, in occasione della WWDC di quest’anno, Apple ha anticipato l’introduzione delle informazioni sui trasporti pubblici per diverse città e il supporto per i sistemi e gli orari del trasporto pubblico metropolitano, con gli schemi delle linee ferroviarie indicati accuratamente. L'arrivo delle auto di Apple a Roma è sicuramente una buona notizia e testimonia il crescente desiderio di ridurre il divario rispetto agli avversari, Google su tutti.