In una intervista registrata per il podcast di John Gruber di Daring Fireball e pubblicata in calce a questo post, il Senior VP per il marketing di Apple parla del nuovo MacBook, il portatile con un'unica porta USB-C.

phil-schiller-macbook

Il computer, dall'innovativo design, ha colpito molto gli operatori del settore e gli appassionati di tecnologia per la completa assenza di qualsiasi altro tipo di connessione hardware, connettore per l'alimentazione incluso: come sempre, c'è chi ha gridato all'inutilità del prodotto (anche in forza delle prestazioni non certo di fascia pro del processore Intel Core M e per il prezzo non proprio abbordabile) e chi, invece, ha visto nel laptop il futuro della linea MacBook di Apple, così come è accaduto per l'Air originale. Ed è questa l'idea che ha anche Schiller sul nuovo prodotto di Cupertino, tanto da definirlo come il "portatile del futuro per tutti", dopo averne decantato le qualità ed aver dichiarato di essere fiero di Apple non in quanto dirigente, ma perché consumatore: la società, a suo modo di vedere, crea dei prodotti in grado di soddisfare le esigenze del mercato nel miglior modo possibile.