Ogni anno, dopo poco più di un mese dall'E3 di Los Angeles, si tiene a Colonia la più importante fiera videoludica europea: la Gamescom. Di solito, sul palco dei keynote vengono annunciate succose novità da parte dei competitor, ma quest'anno l'unico big nel campo delle console a tenere una conferenza è stata Microsoft, atteso che Sony e Nintendo, pur essendo presenti alla fiera, non terranno alcun evento.

vs08-04_1431cxs.0

La casa di Redmond ha presentato alcune succose novità per la sua Xbox One che, fra l'autunno 2015 e i primi mesi del 2016, riceverà due importanti aggiornamenti: il primo, previsto per Novembre, riguarda Windows 10, il nuovo sistema operativo di Microsoft che arriverà sulla console portando con sé attese funzionalità, tra le quali il pieno supporto a Cortana (se, ovviamente, si usa l'ormai dimenticato Kinect) e una nuova Dashboard. Grazie a Cortana, sarà possibile, ad esempio, creare un party ed invitarvi gli amici per giocare assieme, mentre la nuova UI di Xbox One abbandonerà lo stile Metro/Modern UI per abbracciarne uno più pulito e funzionale, oltre che ottimizzato per il controllo tramite pad.

Un'altra importante novità, che invece punta più all'intrattenimento casalingo, è la funzionalità di DVR (videoregistratore, ndr) che sarà integrata in Xbox One a partire dal 2016. Grazie alla nuova funzione, sarà possibile registrare i programmi TV provenienti da una fonte collegata alla porta HDMI in della console su un hard disk esterno, per poterli vedere con calma in un secondo momento. Bisognerà vedere come le emittenti televisive (sopratutto quelle nostrane) accoglieranno la nuova caratteristica, visto che nell'era di internet, dello streaming video dai siti proprietari e della monetizzazione delle visualizzazioni dei contenuti (di cui è "riservato ogni diritto ed utilizzo") le battaglie per arginare le videoregistrazioni non sono mai state abbastanza. Inoltre, i programmi registrati potranno essere visti in streaming dai dispositivi con Windows 10 o scaricati e visualizzati sui device mobili. La registrazione dei programmi sarà, ad ogni modo, limitata ai contenuti trasmessi dai canali generalisti per i quali non si necessita di alcun abbonamento per la loro visualizzazione: dunque, niente possibilità di registrare film, serie tv e eventi sportivi trasmessi su Sky, Netflix e Mediaset Premium.

OneGuide_TonightShow_WithMenu.0

Ovviamente, non potevano mancare notizie dedicate ai videogiochi: dopo l'apprezzato annuncio sulla retrocompatibilità di alcuni titoli Xbox 360, oggi Microsoft ha specificato che tutti i titoli che d'ora in poi verranno rilasciati gratuitamente con la promozione Games with Gold saranno resi compatibili con Xbox One. Per chi non lo sapesse, gli abbonati ad Xbox Live Gold possono scaricare ogni mese (alla stregua di quanto accade per gli abbonati al PlayStation Plus) due giochi gratuiti per Xbox One e due per Xbox 360. Per permettere anche ai possessori della nuova console di giocare ai titoli più vecchi (ma che, spesso, valgono ancora la pena di essere giocati), saranno resi compatibili con Xbox One. Un'ottima notizia che, si spera, possa spronare Sony a fare altrettanto, atteso che non sono pochi i possessori di PS4 che, non avendo avuto una PS3, sono costretti ad acquistarne una superslim per poter godere dei grandi successi del passato.

Schermata 2015-08-04 alle 21.15.40

Gli annunci dedicati alle IP sono stati apprezzati dagli operatori del settore e dagli appassionati: Scalebound si è mostrato in nuovi aspetti, Bloodstained (definito dai creatori come l'erede spirituale della serie di Castelvania) supporterà il co-op fra giocatori Xbox One e Windows 10 ed è stato mostrato un nuovo gameplay di Rise of The Tomb Raider, esclusiva temporale per la console di Redmond per tutto il 2016. Infine, Microsoft ha presentato alcune iniziative legate al brand Halo, acquisito da Bungie qualche tempo fa: oltre al lancio di Halo 5: Guardians e Halo Wars 2, con la commercializzazione dei primo sarà realizzata una versione limitata di Xbox One di colore grigio ed, inoltre, è stato creato un vero e proprio campionato, Halo Championship, che prenderà il via nel corso del 2015 e avrà un montepremi di un milione di dollari.