Per scrivere su smartphone, tablet e pure computer tradizionali ci sono molti possibili mezzi di input oltre alla tastiera e alle dita. Uno dei più famosi è di certo il pennino, fiore all'occhiello dei palmari Windows Mobile fino al 2007, quando il multitouch del primo iPhone cambiò completamente le carte in tavola ("Who wants a stylus?!" fu la domanda tra il serio e il sarcastico posta da Steve Jobs alla platea del keynote di presentazione). Un ritorno di fiamma è avvenuto negli ultimi anni, col proliferare dei phablet, in primis la gamma Galaxy Note di Samsung. Per certe operazioni in effetti un pennino può risultare più veloce e anche preciso, ad esempio per appunti al volo oppure bozze di progetti grafici prima di passarli a strumenti dedicati. Il loro principale difetto è però di essere necessariamente legati a una superficie in grado di trasformare l'input in contenuto visualizzato, che si tratti di uno schermo oppure del blocco note speciale di Livescribe. Questo scoglio però verrà superato presto, grazie al progetto Phree.

phree

Non è una novità di recentissima presentazione, a dire il vero, se ne parla già da qualche tempo ma è sfuggita in precedenza al nostro mirino. Colpevolmente perché sulla carta si tratta di un prodotto molto interessante da seguire: rispetto agli altri pennini convenzionali, Phree avrà la capacità di scrivere ovunque o quasi. Negli esempi dell'azienda sviluppatrice, l'israeliana OTM Technologies, lo si vede in azione su legno, plastica, tessuto e persino pelle (anche la carta è una superficie valida, se lo si desidera). Al cuore di tutto è presente un sistema di riconoscimento con laser 3D in grado di rilevare il movimento della mano e tradurlo in scrittura digitale per il dispositivo abbinato. Oltre alle funzionalità di scrittura si potrà utilizzarlo per vedere rapidamente le notifiche sul display monocromatico incorporato oppure in chiamata grazie alla possibilità di utilizzarlo come speaker Bluetooth. Sarà utilizzabile pure come mouse nonché in contesti particolari tra cui riconoscimento biometrico e realtà virtuale.

Il crowdfunding avviato a maggio su Kickstarter è stato un successo: l'obiettivo di 100.000 $ è stato raggiunto in meno di un giorno e polverizzato superando 1.000.000 $ appena a fine giugno, garantendo ampiamente il passaggio alla fase commerciale. OTM ha aperto i preordini, che prevedono uno sconto del 20% sul futuro prezzo al dettaglio e due opzioni disponibili, la prima che comprende il solo pennino a $198 e la seconda che aggiunge un case per un totale di $249. Le spedizioni, insieme all'addebito su carta, saranno effettuate a partire da aprile 2016.