Il giudizio di appello sulla guerra dei brevetti fra Samsung ed Apple ha visto la prima soccombere nuovamente alla seconda ed i suoi legali valutare un ricorso alla Corte Suprema degli Stati Uniti d'America al fine di una completa revisione della sentenza di secondo grado (evidentemente il c.d. principio della doppia conforme, per il quale se la sentenza di appello ricalca in toto la prima non si può ricorrere al terzo grado di giudizio non esiste in USA). Nel frattempo, però, l'USPTO, l'Ufficio Marchi e Brevetti Americano, ha momentaneamente revocato il brevetto n. D'677 relativo al design dell'iPhone originale. Nel provvedimento dell'USPTO si legge che il design industriale di iPhone non può usufruire del beneficio della data di deposito e, quindi, estendere la sua efficacia sin dalla prima richiesta di tutela dell'aspetto del capostipite dei cellulari di Apple poiché non è mai stato offerto in comunicazione contemporaneamente ad essa. La decisione dell'ente, per quanto sia provvisoria per poter permettere a Cupertino di replicare e cercare di salvare il brevetto, potrebbe diventare una importante arma nelle mani di Samsung: il brevetto D'677 è alla base della decisione della Corte di Appello Federale per la condanna al risarcimento del danno e, qualora venisse meno, Samsung potrebbe utilizzare il provvedimento di revoca a proprio vantaggio per chiedere una sostanziosa riduzione dell'importo dovuto ad Apple.

screenshot-2015-08-17-22-10-41