Continua senza esclusione di colpi la battaglia tra Apple e Swatch che, dopo aver registrato "One more thing", ha approfittato di un’intervista al giornale Tages-Anzeiger (qui la traduzione del Guardian) per esprimere il suo personale parere sullo smartwatch di Cupertino:

È un giocattolo interessante, ma non una rivoluzione.

Swatch

Nick Hayek Jr, CEO della società, ha fatto sapere che l'azienda rilascerà uno smartwatch resistente all’acqua e con un'autonomia di circa nove mesi. Hayek promette inoltre la presenza della tecnologia NFC, mentre saranno sicuramente assenti le funzioni dedicate al monitoraggio della salute:

Rilasceremo un nuovo smartwatch entro la fine dell’anno, che potrà essere utilizzato anche come alternative alle carte di credito sfruttando la tecnologia NFC. La tecnologia è già funzionante, ma dobbiamo solo finalizzare i dettagli con i partner nel settore delle carte di credito. L’orologio può essere utilizzato anche per effettuare tante altre operazioni. Come produttore di orologi non posso prendermi la responsabilità se il mio dispositivo non avverte il cliente prima di un attacco di cuore. Questi dispositivi richiedono così tante risorse che non hanno più di 24 ore di autonomia. Inoltre, gli utenti non hanno il controllo dei propri dati. Personalmente non voglio che la pressione del sangue e i valori dello zucchero nel sangue siano memorizzati sul cloud o sui server nella Silicon Valley.

Tuttavia, come sottolinea giustamente AppleInsider, l’intervento del CEO di Swatch potrebbe riferirsi genericamente all’universo degli smartwatch, poiché l'Apple Watch non è dotato di nessun sensore per il monitoraggio del glucosio nel sangue. La società di Cupertino, inoltre, ha spiegato più volte che i dati riguardanti la salute sono accessibili unicamente al proprietario del device e che sono registrati localmente o nel cloud solo se criptati. I prezzi del nuovo orologio di Swatch si pensa partiranno da 150 franchi svizzeri (circa 140 euro), ma al momento non si hanno altre notizie. Hayek ha assicurato l'arrivo sul mercato entro la fine dell'anno e quindi non ci resta che attendere per scoprire se e come l'azienda riuscirà a stupire il mercato.