Il lancio della nuova Apple TV ha scosso un mercato dormiente da anni, quale quello dell'intrattenimento casalingo per tutti. Se, infatti, sino ad oggi erano stati introdotti dispositivi dai diversi ma specifici usi, quali media extender e console, nessuno aveva mai prima ad ora provato ad unire le varie funzionalità in un unico dispositivo. Nel corso degli ultimi anni, infatti, la tendenza è stata quella di portare le app sulla TV, o con sistemi operativi proprietari (come webOS di LG per le proprie smart tv) o con dongle Android dalla dubbia utilità e funzionalità, essendo per la larga parte dotati di una interfaccia poco intuitiva od ottimizzata per l'uso con un telecomando. Già lo scorso anno Amazon aveva lanciato il suo media extender, la FireTV, con il proprio store dedicato dal quale era possibile scaricare anche qualche videogioco.

71DfmvxYuJL._SL1000_

Forte del successo e forse anche per contrastare sul nascere la nuova Apple TV, la società guidata da Jeff Bezos ha lanciato (assieme ai nuovi tablet Fire) due nuovi modelli di FireTV, entrambi dotati di un processore quad core, Wi-Fi 802.11ac, 2 GB di RAM, 8 GB di memoria interna espandibili tramite microSD fino a 128 GB. A livello software, sono stati implementati tanto il supporto per il video 4K ed HEVC, che l'assistente vocale Alexa (da evocare tramite i microfoni posti sul telecomando), che la solita versione di Android modificata da Amazon senza Google Services: l'app store presente è, infatti, quello proprietario dell'azienda. Amazon ha voluto cavalcare l'ondata dei media extender 2.0 per lanciare anche una versione della FireTV dedicata agli appassionati di videogiochi, la Gaming Edition. Sullo store, infatti, sono presenti diversi titoli, quali il piccolo capolavoro Valiant Hearts, Sonic 2, le avventure grafiche di Tell Tales (come Game of Thrones e The Walking Dead), Star Wars Jedi Knight e tanti altri titoli, sia per casual gamer che per giocatori più accorsati (ma nessuno per hardcore gamer).

71QOc7xwR8L._SL1000_

Inoltre, nella confezione sono presenti una microSD da 32 GB ed un vero e proprio joypad: la differenza con Apple TV è enorme, visto che i giochi che saranno rilasciati su App Store dovranno essere pienamente compatibili con Apple TV Remote, più limitato rispetto ai joypad MFi (come il Nimbus di SteelSeries) che potranno essere supportati discrezionalmente dagli sviluppatori, visto che tvOS non fornisce delle API system-wide universali. I giochi, quindi, non possono riconoscere i controller senza dover necessariamente implementare il supporto specifico ai vari modelli. I giochi della FireTV Gaming Edition, invece, potranno essere utilizzati direttamente con il joypad in dotazione, fornendo un sistema di controllo più preciso e adatto alle esigenze di sviluppatori e videogiochi. Infine, con l'acquisto di una FireTV Gaming Edition, Amazon regala due titoli Shovel Knights e DuckTales: Remastered (che vi consiglio di giocare su una qualsiasi altra piattaforma). Le nuove FireTV sono disponibili solo in USA a prezzi più contenuti rispetto alla Apple TV: il modello base è commercializzato a $99.99, mentre la Gaming Edition a $139,99, $10,o0 in meno rispetto alla concorrente.