Fino a qualche anno fa tutti gli utenti Mac conoscevano i bundle di MacUpdate. Probabilmente erano l'unica occasione per acquistare software di qualità a prezzo scontato, ma l'avvento del Mac App Store ha cambiato gli equilibri. Questa piattaforma sta dando i suoi frutti, anche se le varie limitazioni emergenti stanno portando alcuni sviluppatori ad allontanarsi. Ci sono software, infatti, che difficilmente arriveranno mai nel Mac App Store ed alcuni che hanno versioni dedicate che hanno meno funzioni ma lo stesso prezzo. Insomma, acquistare software nel modo tradizionale sembra ancora una scelta logica e giustificabile, specie quando si possono ottenere in forte sconto. Il 15 settembre è la data canonica per il rilascio del bundle autunnale di MacUpdate, che anche quest'anno include alcune app di assoluto rilievo.

macupdate-promo-bundle-2015

  • A trainare l'acquisto potrebbe essere Toast Titanium 14 ($99,99), quello che è da sempre il miglior software per la masterizzazione in ambiente Mac. È vero che questo dispositivo non è più presente nei computer Apple, ma ci sono tantissime persone che ne acquistano uno esterno in quanto ne hanno bisogno per la propria attività lavorativa. Io, ad esempio, fornisco ai miei clienti DVD e BluRay dei video e non potrei fare a meno di Toast. Inoltre l'applicazione fornisce tantissimi strumenti di conversione per foto, audio, video, risultando un vero coltellino svizzero da avere su ogni Mac.
  • ExpanDrive ($49,95) è altrettanto interessante, specie considerando l'attuale diffusione dei servizi Cloud. In pratica consente di montare sulla scrivania lo spazio remoto come fosse un normale disco USB. La particolarità è che, a differenza dell'integrazione nativa di Dropbox, Google Drive ed altri, non occupa spazio sul disco locale, ma offre lo stesso livello di interazione diretta col file system. È una soluzione da considerare, specie con computer che hanno dischi di piccolo taglio, e supporta tantissimi servizi cloud oltre ai classici FTP/SFTP.
  • DEVONthink Personal ($49,95) è un software destinato alla conservazione ed all'archiviazione di documenti, note, preferiti e tanto altro. Onestamente non mi fa impazzire, perché ha un'interfaccia datata, ma le sue funzionalità sono ottime.
  • Boom 2 ($14,99) è il pluriacclamato software che "sblocca" la reale potenzialità dell'audio su Mac. Oltre ad aumentare volume e qualità, aggiunge la possibilità di equalizzare il suono in modo avanzato. È una di quelle app da avere su ogni Mac.
  • iMazing ($34,99) iTunes è diventato un pachiderma, c'è poco da fare, ed anche la semplice gestione di iPhone, iPad e iPod touch è diventata complessa. Ci sono però dei software dedicati, come questo iMazing, che hanno una interfaccia pulita, offrono tante funzioni e semplicità di trasferimento da iOS ad OS X e viceversa.
  • Paragon 3-in-1 Mac Bundle ($39,95) sono anni ormai che utilizzo Paragon NTFS e non potrei più farne a meno. Non solo mi capita di avere a che fare con dischi formattati in NTFS da Windows (che il Mac può solo leggere), ma in alcuni casi sono io stesso a scegliere questo file system. Ad esempio la mia Smart TV di LG non supporta HFS o exFAT, quindi per avere video su USB più grandi di 4GB devo usare necessariamente NTFS e solo questo software ti dà la possibilità di crearli da Utility Disco. Il bundle include anche la versione per Windows, che consente di scrivere e leggere sui dischi HFS, e Camptune X, che ridimensiona le partizioni disco di qualsiasi file system.
  • Sparkle ($79,99) è un software che consente di creare siti web senza conoscere l'HTML. Può essere visto come l'erede di iWeb, che Apple ha deciso di abbandonare ormai da qualche anno. Non lo conosco, onestamente, ma sembra semplice e pratico da usare, esattamente quello che dovrebbe essere un'app per Mac.
  • NetSpot Pro ($149,00) visto il costo del software si intuisce che sia uno strumento di un certo calibro, dedicato ad analizzare le reti Wi-Fi ed il relativo traffico dati.
  • MacOptimizer 3 ($29,00) non è il genere di software che amo, perché di questa tipologia ne ho provati diversi (più per scopo di test che per esigenza) e l'unico che non mi ha mai causato problemi è CleanMyMac (recensione). In tutti i casi sembra un prodotto snello ed efficiente per mantenere in forma il Mac. Tra le cose potenzialmente interessanti la riparazione dei permessi disco, funzione che è stata esclusa da El Capitan e che a quanto pare dovrebbe essere eseguibile tramite MacOptimizer.
  • TG Pro ($15,00) monitora velocità delle ventole, temperatura dei componenti interni e il funzionamento dei vari sensori del Mac. Non un cosa che serve tutti i giorni, ma può essere utile in diverse occasioni.
  • Seasonality Core ($24,99) sarà fornito solo ai primi 5000 acquirenti del bundle (ancora siamo largamente sotto questa soglia) ed è un'app piuttosto evoluta per il monitoraggio del clima. Ci sono le classiche previsioni ma anche immagini dal satellite, informazioni astronomiche, diario storico, ecc.. per gli appassionati potrebbe rivelarsi davvero interessante.

Come sempre in questi bundle, i software davvero importanti sono solo una piccola porzione, ma la convenienza rimane elevata visto lo sconto complessivo. Infatti anche il solo acquisto di Toast 14 richiederebbe $100, mentre con $49,99 (ovvero 44€ al cambio attuale) si ottengono altre 9 app. La maggior parte di queste non sono sicuramente essenziali, e se ne potrebbe benissimo fare a meno, ma se consideriamo l'utilissimo – per chi lavora in ambienti misti –Paragon NFTS, il must-have Boom 2 e il pratico iMazing, già il risparmio diventa consistente. Inoltre tra gli altri 7 è facile che troviate almeno 2 software utili, tra cui Sparkle per la creazione di siti web. Il mio consiglio è di scaricare le demo delle app più interessanti per valutarne la qualità, perché più saranno quelle per voi utili più la spesa diverrà giustificata. Il bundle di MacUpdate si acquista da questa pagina e contiene le versioni complete dei software per i quali si riceverà regolare licenza.