A meno di ventiquattro ore dal lancio di iOS 9, visto che solitamente i rilasci avvengono attorno alle ore 18.00 italiane, vi forniamo un riepilogo delle nuove funzionalità che saranno disponibili con il nuovo sistema operativo.

Gestione della memoria di archiviazione migliorata

Iniziamo con la disamina di alcune novità strutturali di iOS 9 la cui introduzione porterà ad un aumento sostanziale della memoria di iPhone e di iPad. Infatti, dopo la sua prima installazione (che comunque richiederà il solito spazio disponibile di 3/4 GB), il sistema operativo sarà in grado di scaricare gli aggiornamenti essenziali per il dispositivo su cui è eseguito a differenza di iOS 8 che installa tutto, indipendentemente dal terminale. Inoltre, gli sviluppatori, grazie al nuovo Xcode 7, invieranno ad Apple non più il codice precompilato, ma direttamente il sorgente, in modo che iOS 9 possa installare solo la parte eseguibile sul dispositivo  delle app e dei relativi aggiornamenti: invero, ad oggi ogni app contiene dentro di sé tutti gli elementi grafici e le porzioni di UI necessari all'esecuzione su un qualsiasi terminale iOS. Infine, qualora iOS 9 si accorga dell'impossibilità di installare aggiornamenti (che, peraltro, possono essere automatizzati dalle impostazioni) del sistema operativo a causa della mancanza di spazio disponibile, disinstallerà in automatico tante app quante ne occorreranno per liberare lo spazio necessario per l'aggiornamento, per poi reinstallarle subito dopo aver eseguito l'operazione. Questa grossa novità sarà apprezzata soprattutto da chi ha un dispositivo da 16 GB di memoria, visto che godrà di una vera e propria boccata di aria fresca.

Aggiornamenti-automatici-640x245

Proactive: Siri anticiperà le esigenze dell'utente, rispettandone la privacy

Altra novità importantissima è l'introduzione di Proactive, la nuova funzionalità legata a doppio filo a Siri. iOS 9 si preoccuperà di monitorare le abitudini dell'utente, grazie anche alle richieste che questi porgerà all'assistente vocale. Con uno swipe da sinistra verso destra nella schermata home di iOS, si accederà alla schermata di Proactive, all'interno della quale sono presenti i collegamenti alle app più usate, ai contatti preferiti (che, quindi, spariscono dal rinnovato task manager), le notizie che più possono interessare l'utente e informazioni circa il traffico automobilistico sui percorsi di routine quotidiana. Tutte le informazioni raccolte non saranno inviate ad Apple, ma conservate in locale sul dispositivo per garantire all'utente la miglior tutela della privacy possibile.

proactive1

Slide Over, Split View e la funzione trackpad

Alcune novità software presentate per il nuovo iPad Pro sono disponibili sin dalla prima beta di iOS 9 anche per iPad Air, iPad mini 2 e 3 e, in maniera più evoluta, per Air 2 e mini 4. Parlo di Slide Over e Split View: la prima funzionalità permette di affiancare due app momentaneamente, richiamando la seconda (che rimarrà ad una dimensione di circa il 30% dello schermo) con uno slide dal bordo destro verso sinistra. La seconda, invece, permette di affiancare le due app eseguendole assieme, mantenendole ad una proporzione di 70/30 oppure dedicando ad entrambe metà schermo. La presenza di Split View sono su iPad Air 2 e mini 4 è dovuta alla presenza di 2 GB di RAM in entrambi che permette di eseguire due app senza rallentamenti. Infine, tappando con due dita sulla tastiera, apparirà un puntatore a schermo che permetterà la selezione del testo in maniera più comoda rispetto a quanto implementato sino ad ora. La funzione trackpad, presente nelle prime beta anche per iPhone 6 e 6 Plus, sarà disponibile solo nei nuovi 6s e 6s Plus.

split-view-640x432

Allegati in mail da più fonti di archiviazione

Finalmente si potranno allegare tutti i tipi di file ad una mail in iOS 9, usando l'app nativa. Infatti, tappando in maniera prolungata nel corpo del messaggio si accederà al classico menu nero copia/incolla. Con un tap leggero sulla freccia a destra, è possibile scorrere sino all'opzione "Aggiungi allegato". Selezionandola, si aprirà un pop up con iCloud Drive, dal quale è possibile allegare i file che interessano. Selezionando, invece, "Posizioni", si potranno scegliere fonti diverse rispetto ad iCloud Drive, quali Dropbox, Google Drive, Box.net e servizi similari. Ovviamente, la funzionalità dovrà essere prevista dagli sviluppatori delle app di archiviazione remota. La stessa funzionalità è stata implementata in Safari per caricare i file attraverso i moduli dei siti internet.

allega-mail-ios91

Nuove app: News, Wallet e Note

iOS 9 porterà con sé tre app. La prima News, sostituisce edicola ed funzionerà più o meno come Flipboard. Un team in Apple si preoccuperà di selezionare le notizie di maggior interesse per l'utente che, ad ogni modo, potrà aggiungere liberamente le testate che più gli interessano. Le notizie saranno reimpaginate e rese più fruibili per l'esperienza mobile, ma attualmente il servizio è disponibile solo in USA. Wallet, invece, sostituisce Passbook, mutuandone le funzionalità e gestendo in maniera più efficiente carte punti, prenotazioni alberghiere, aeree e per i mezzi pubblici, nonché i pagamenti tramite Apple Pay, il cui arrivo in Italia è ancora sconosciuto. Infine, Note si evolve: le note non saranno più salvate in iCloud tramite il protocollo IMAP, ma direttamente in iCloud Drive. Si potranno inserire elenchi di controllo, immagini e si potrà persino disegnare in tempo reale. Tra l'altro, Apple ha previsto un'estensione per Note nel menu di Condivisione nelle app di iOS, in modo da salvare tutto ciò che è di proprio interesse all'interno dell'app.

note-1-640x400

Sotto il cofano

Apple ha anche lavorato molto per migliorare iOS 9 anche sotto il cofano o su aspetti secondari. Innanzitutto, è stato eliminato, come in El Capitan, il processo discoveryd e sostituito con il vecchio mdmresponder, in modo da render più affidabili le connessioni WiFi. Continuity potrà essere utilizzato anche in 3G e non solo in WiFi, mentre è stata introdotta una nuovissima modalità di risparmio energetico, mutuata da watchOS. Attivandola, è possibile ridurre le prestazioni del dispositivo ed evitare che le app eseguano operazioni background in modo da preservare l'energia rimanente. Infine, sono previsti nuovi sfondi, il ritorno di Home Sharing (disabilitato con il rilascio di iOS 8.4 ed Apple Music), il supporto al WiFi Assist (che permette di usare la rete 3G/4G nel caso in cui le presentazioni della rete wireless siano deboli) e un Ad Blocker integrato in Safari che, per quanto possa piacere a qualche utente, causerà non pochi problemi ai siti indipendenti che si reggono solo sugli annunci dei network pubblicitari.

geekbench-risparmio-energetico1-640x374