Per l'IFA 2015 di Berlino, Huawei ha iniziato puntando in alto con il suo Mate S. Il nuovo smartphone top di gamma era stato già avvistato in numerosi leak ed oggi abbiamo la conferma di una delle sue caratteristiche più "originali": il Force Touch. Proprio così, l'azienda cinese nota per avere uno stile che si avvicina a quello dei prodotti Apple, è riuscita ad introdurre sul suo smartphone quella caratteristica arrivata per prima su Apple Watch, poi su MacBook Pro e che ora è attesa sull'imminente iPhone 6s. Inoltre hanno pensato bene di non cambiare neanche il nome, per cui bisognerà vedere se la casa di Cupertino replicherà in qualche modo. Il Force Touch sarà usato per ingrandire un'immagine in galleria, per attivare e personalizzare delle scorciatoie e perfino per pesare gli oggetti.

Huawei_Mate_S_Colors.0.0

Il Mate S ha un display AMOLED da 5,5" con vetro Gorilla Glass 4 e bordi leggermente curvi (anche qui un richiamo ad iPhone 6), mentre le dimensioni sono di 15 x 7,5 cm con retro leggermente curvo, il cui spessore si riduce fino a soli 2,65mm. Il corpo è interamente in metallo, appare piacevole ed elegante e sarà disponibile in diverse colorazioni... tra cui quella oro rosa (ulteriore caratteristica prevista dell'iPhone 6s). Per quanto riguarda le specifiche tecniche abbiamo un Kirin 935 octa-core, 3GB di RAM e uno storage che parte da 32GB nella versione base. La batteria è invece da 2700mAh e pare possa garantire più di una intera giornata di lavoro intenso. Tanta attenzione per la fotocamera da 13MP con sensore RGBW e stabilizzazione ottica, la quale ha la lente frontale in vetro zaffiro (l'ho già sentita) e un processore ISP dedicato. Molto valida anche quella frontale da 8MP, con un flash LED più delicato ideato appositamente per i selfie. È stato anche sensibilmente migliorato il sensore d'impronte digitali, che era già piuttosto buono nei precedenti smartphone della casa cinese, e confermate le scorciatoie attivabili con le nocche già introdotte con il P8. Il nuovo Mate S sarà in vendita sul sito Vmall dal 15 settembre, con un prezzo di 649€ nella versione da 32GB e 699€ per quella da 64GB. Il Force Touch sarà esclusivo di una variante a parte che arriverà solo in alcuni mercati – che saranno specificati più avanti – ad un prezzo da definire ma che sarà presumibilmente ancora più alto del Mate S "liscio" (potrebbe riguardare solo il 128GB). A parte la solita questione di chi copia chi, che ormai è divenuta stucchevole, la cosa spiacevole è che Huawei si sia così orientata verso l'alto. Il dispositivo merita e il brand è sempre più forte ed affermato, ma questa nuova collocazione sembra un po' troppo elevata e potrebbe farle perdere un po' di appeal nel mercato europeo.

Huawei-G8

Contestualmente è stato svelato anche il nuovo G8, uno smartphone focalizzato sulla resa fotografica con poca luce. Al momento non ci sono tutti dettagli tecnici, ma sul palco di Berlino hanno parlato di un display FullHD da 5,5",  Qualcomm Snapdragon 615, 3GB di RAM e batteria da 3,000 mAh. La fotocamera, che a quanto pare sarà l'elemento principale, ha una risoluzione di 13MP. Sarà disponibile in grigio scuro, argento e oro, con prezzi e disponibilità ancora da comunicare.

huawei-watch

Svelati invece i dettagli commerciali di Huawei Watch, che avrà un prezzo a partire da 399€ con cinturino in pelle e 449€ con loop in maglia milanese, mentre l'edizione Active costerà 449€ e quella Elite 699€.