Il noto sito di riparazioni iFixit ha ricevuto in anteprima una delle nuove Apple TV destinate agli sviluppatori ed ha provveduto, come da tradizione, a smontarla. Ciò che colpisce subito l'occhio è il sistema di dissipazione del calore, molto più ampio e spesso rispetto al precedente modello. Proprio a causa di questo il case è più alto, ma è stato necessario per evitare che il dispositivo possa surriscaldarsi troppo facilmente, essendo il processore A8 dual-core più esoso di energia rispetto al vecchio A5 single-core. Inoltre, iFixit ha notato che l'energia non viene trasferita alla scheda logica tramite cavi, ma direttamente dalle viti che la congiungono al trasformatore. Quasi tutti i componenti interni sono saldati, rendendo la nuova Apple TV difficilmente riparabile dai non addetti ai lavori.

DKio4fJesVKSj3F6.huge

Un discorso a parte, invece, merita il Siri Remote, anch'esso vittima dello smembramento da parte di iFixit. Monta un controller per schermi touch della Broadcom, lo stesso utilizzato da Apple per iPhone 5s e iPad Air, oltre ad essere dotato di una batteria da 410 mAh ricaricabile tramite la porta Lightning. Sulla scheda logica del telecomando sono collocati l'accelerometro e il giroscopio, oltre ai due microfoni, al modulo Bluetooth e quello ad infrarossi per poter controllare l'audio dei televisori, nonché il processore ARM-Cortex M3-MCU. Anche in questo caso, Apple ha fatto un ottimo lavoro di ingegnerizzazione dei componenti, contenendo nel più ristretto spazio possibile un hardware di tutto rispetto che, sulla carta, dovrebbe concorrere con quello delle console della scorsa generazione. Se si pensa alle dimensioni generose di Xbox 360 e PlayStation 3 (anche nelle loro ultime incarnazioni) rispetto alla nuova Apple TV, in quel di Cupertino sono davvero riusciti a compiere un piccolo miracolo tecnologico.