Torna la rubrica SaggeLettere, nella quale pubblichiamo i vostri contributi o pensieri circa gli argomenti trattati su SaggiaMente. Oggi diamo spazio ad una riflessione del nostro lettore Maurizio sui vantaggi del mondo Windows rispetto a quello dei Mac. La pubblichiamo integralmente, anche se ovviamente non significa che siamo d'accordo al 100% con ogni cosa che ha scritto. Se volete vederne pubblicata una vostra, scriveteci usando il modulo di contatto.

win10

Lavoro con i computer da moltissimi anni, iniziando per hobby ed oggi per lavoro. Sono un ingegnere informatico e mi sono specializzato nella gestione di reti aziendali e nell’assistenza a livello enterprise, prima in proprio ed ora assunto presso la sede italiana di un grossa multinazionale. Mi chiamo come te, Maurizio, ma non è per questo che seguo SaggiaMente. Fin dai tuoi primi articoli, in cui parlavi del tuo approccio all’informatica, mi sono riconosciuto con la tua esperienza ed ho sempre apprezzato la tua capacità di parlare “di cose Apple” senza trasformarti in quello che viene definito fanboy. Anche io ho un Mac, anzi due, ma non potrei fare a meno di Linux e Windows, seppure per ragioni completamente diverse. Onestamente non ho una prefenza netta per nessuno di questi sistemi operativi, così come non ho mai capito le guerre che si fanno gli utenti di una parte o dall’altra. Probabilmente è una deformazione professionale, in quanto mi trovo a mio agio in ogni ambiente e quindi vedo i pregi e i difetti di ognuno, andando a “scegliere” il sistema adatto per ogni scopo. L’informatica prescinde dal computer che si usa per raggiungere un obiettivo, sarebbe ora che la gente lo capisse. Ti scrivo questa lettera, che spero possa essere pubblicata, in quanto mi capita di leggere nel tuo sito dei commenti di utenti veramente con i paraocchi. È vero che voi parlate principalmente di Mac e, in un certo senso, vi attirate questa “clientela”, tuttavia ultimamente gli interventi dei lettori sembrano essere un po’ troppo esasperati. Forse è anche colpa degli iPhone, che hanno avvicinato ai computer Apple gente che compra Mac solo perché fanno figo e costano cari, mentre io vedo che proprio in questi ultimi anni Microsoft stia lavorando molto meglio.

Ai tempi di XP, OS X era una spanna avanti, oggi vale il contrario se proprio vogliamo essere sinceri. Da quando è uscito Windows 7 in poi, le cose sono cambiate rapidamente e tutti i difetti che aveva il vecchio sistema operativo sono stati superati. Io l’ho installato su intere flotte aziendali, anche su macchine client di scarsa potenza e le presazioni si sono dimostrate eccellenti. La stessa cosa non la posso dire di OS X che nelle ultime versioni ha reso obsoleto il mio Mac mini e mi ha costretto ad eseguire upgrade di RAM e disco (ovviamente un SSD). E mi tengo ben stretto il mio vecchio modello, perché con i nuovi non avrei potuto farlo! Ho come l’impressione che Apple voglia spingerti ad acquistare il computer nuovo ogni anno e forse anche per questo stanno dando gli aggiornamenti gratuitamente facendoti diventare obsoleto il tuo Mac.

Windows 8 non sarà stato un grande successo, però bisogna ammettere che Microsoft ha tentato un approccio nuovo e un visione che Apple ancora fatica a concepire. Io non sono un amante dell’interfaccia touch, però è chiaro che ormai si debba puntare alla convergenza. Penso al MacBook e all’iPad Pro che pare verrà presentato a breve e non capisco perché Apple abbia fatto due macchine diverse invece che unire il tutto come ha fatto Microsoft con il Surface. Windows 10 è il miglior sistema operativo oggi su piazza anche perché si è evoluto e si adatta ad ogni tipo di uso. È affidabile, veloce, moderno, snello e anche bello da guardare e comodo da usare. Inoltre la sicurezza è migliorata tantissimo ed ora è davvero difficile essere infettati da malware a meno di non andarsela proprio a cercare. E poi Microsoft rilascia aggiornamenti costantemente per fixare i bug, mentre con Apple devi aspettare settimane, a volte mesi, perché si degnino di risolvere falle zeo-day molto pericolose per gli utenti. Io non uso antivirus su nessuno dei miei computer, perché so come muovermi e non correre rischi, però sulle macchine aziendali ora lo installo anche su Mac. Quando si sfrutta un exploit si possono fare danni anche senza richiedere la password, cosa che molti utenti Apple sembrano dimenticarsi quando dicono (da ignoranti) che “su Mac non ci sono virus”.

Il lavoro di convergenza di Microsoft si dimostrerà ancora più vincente appena arriverà la versione per smartphone, perché con Continuum si potrà collegare il telefono a monitor, tastiera e mouse ed usarlo come un desktop. Ne avete parlato anche voi di recente ma non avete dato giusta enfasi alla cosa. È una svolta epocale ed Apple è molto indietro se si considera che anche un potente iPad monta un OS castrato rispetto a quelli desktop e ti costringe ad avere anche un computer. Invece gli utenti che non hanno molte esigenze con Windows 10 potranno avere anche solo lo smartphone per fare tutto e avere il loro computer sempre in tasca. Era ora che qualcuno ci pensasse e non è stata Apple.

Per quanto riguarda i prezzi, sono d’accordo che nei Mac si paghi un po’ di più per una migliore assistenza, ecosistema, design e tutte le cose che si dicono sempre, però ultimamente stanno dando i numeri. Una volta col computer ti davano almeno telecomando e adattatori video e sembrava di comprare qualcosa di completo, oggi ti compri un MacBook e se non spendi a parte per gli adattatori non ci puoi collegare niente. Perfino gli adesivi che davano un tempo non ci sono più. Puoi arrivare a spendere la metà per comprare un PC con lo stesso hardware e se ti accontenti di quelli che la gente chiama “cassoni” (che oggi sono comunque più piccoli e gradevoli) ti costruisci macchine molto più potenti con la stessa spesa. Negli studi professionali queste cose le valutano e sempre meno gente compra Mac. Le vendite mi pare siano aumentate, ma secondo me sono di più i “ricchi” che lo vogliono solo perché ha una mela sopra e si fanno attirare dal marketing o dal bel design. Ma ora ci sono PC belli anche negli ultra portatili, alcuni hanno lo schermo che si gira, con controlli touch, tante connessioni e sono infinitamente più pratici di un MacBook pur costando meno. Io mi sto stancando sempre di più di OS X, ti devo dire la verità, e non so se comprerò altri Mac in futuro per mio uso personale.

Io non sono restio a pagare il giusto per software e hardware, ci mancherebbe, però mi sembra che Apple ci stia marciando. Mia moglie, ad esempio, ha voluto un iPhone 5 (16GB) e non può farsi neanche il backup delle foto perché lo spazio che ti danno a disposizione gratuitamente di 5GB con iCloud è palesemente insufficiente anche per il taglio di memoria più piccolo. Vogliono guadagnare su tutto, così come sugli sviluppatori che devono pagare per entare nello store, pagare commissioni pesanti sulla vendita e devono usare Xcode che è molto indietro rispetto alla piattaforma Visual Studio per linguaggio e flessibilità. In ambiente Microsoft fai servizi web, applicazioni desktop e mobile in modo più semplice e puoi usare diversi linguaggi e farli interoperare fra di loro, il tutto scalando le interfacce per uso touch o tradizionale. Con Apple questa cosa te la sogni! Inoltre ti dico che in ambito aziendale la maggior parte del software è pensato per Windows ancora oggi, quindi i Mac fanno fatica ad “entrare”. I pochi dipendenti che hanno voluto usare Mac (il loro) li ho dovuti sistemare con BootCamp e non è che viaggi proprio perfettamente come vogliono farci credere. Insomma, Microsoft con Windows 10 è proprio avanti anni luce e le persone che dicono il contrario secondo me non lo hanno provato e non lo conoscono a dovere.

Spero davvero che tu possa pubblicare questo mio piccolo sfogo e che in futuro possiate parlare di più anche di altri ambienti e sottolineare anche gli aspetti in cui Apple è rimasta indietro. Temo che gli utenti Mac siano rimasti invischiati in un ambiente che non sembra evolversi di pari passo con l’attuale tecnologia, e un giorno si potrebbero accorgere di aver idolatrato un sistema che è vecchio e superato. Devono andare in giro con iPhone, iPad e MacBook, quando uno smartphone potente con Windows 10 ed uno schermo grande potrà essere tutti questi dispositivi insieme e già il Surface ha dimostrato che la convergenza non solo è possibile, ma anche necessaria.

Maurizio S.