Man mano che passano i giorni, ci si prepara sempre più al debutto commerciale dell'iPad Pro, che ricordiamo è previsto proprio nel corso di novembre. Come è già accaduto spesso per altri prodotti, Mark Gurman di 9to5Mac riporta indiscrezioni su ciò che si sta preparando in casa Apple per sostenere al meglio il lancio. A partire dalla settimana corrente è iniziato il training per i dipendenti del supporto AppleCare, con l'obiettivo di formarli entro e non oltre venerdì prossimo. Ma è un altro dettaglio a interessare maggiormente tanto noi quanto i potenziali acquirenti, inerente l'opzionale Apple Pencil.

applepenciladattatore

Finora il metodo predefinito per ricaricare il nuovo pennino digitale di Cupertino era quello di collegarlo alla porta Lightning dell'iPad Pro. Tale soluzione, benché esteticamente pulita in quanto azzera la cavetteria necessaria, non risulta la più efficiente all'atto pratico in quanto porta via al tablet preziosa autonomia ed espone su alcune superfici a rischi per quel che concerne l'integrità del connettore sulla sommità dell'Apple Pencil. Per porre rimedio sul nascere a qualsiasi problema, si è optato per la creazione di un piccolo adattatore, che permetterà di utilizzare un cavo Lightning-USB per la ricarica tramite alimentatore collegato alla rete elettrica oppure utilizzando una delle porte del computer. In questo modo sarà ricaricabile come un qualsiasi iDevice e libererà l'iPad da tale incombenza, lasciandolo comunque come opzione di riserva quando necessario (ad esempio se si è fuori casa o ufficio). L'unico particolare a cui l'utente dovrà prestare attenzione è il rispetto delle corrette connessioni: come si può vedere nell'immagine, sul corpo dell'adattatore è stato previsto un piccolo cerchio che va a identificare l'attacco per la penna rispetto all'altro per il cavo sull'estremo opposto. Il piccolo accessorio sarà incluso di standard nelle confezioni di vendita dell'Apple Pencil, che ricordiamo in Italia arriverà al prezzo di 109€.