In questi giorni si sta svolgendo ad Austin il Dell World, un evento in cui tutte le maggiori società mostrano le ultime innovazioni in arrivo nel mondo tecnologico. Server, stampanti, applicazioni analitiche, PC e thin client, sono solo alcuni dei prodotti finora presentati e, come si può vedere, interessano gli ambiti più disparati. Per quanto riguarda le memorie, anche qui non mancano le novità. Dell ha annunciato diverse soluzioni di storage, come l'array controller Dell Storage SC9000, alcuni moduli SAS e il software di gestione Storage Center 6.7, ma anche questa volta Samsung è riuscita ad imporsi.

Dopo aver annunciato qualche mese fa l'arrivo dell'SSD più capiente al mondo, ha mostrato in funzione il nuovo PM1725, memoria a stato solido principalmente indirizzata al settore datacenter e basata sulla più recente tecnologia 3D V-NAND TLC. Come riporta Tom's Hardware, si tratta di un disco da 2,5" sotto forma di scheda HHHL (Half-Height Half-Length) e disponibile nei tagli da 800GB, 1,6TB, 3,2TB e 6,4TB.

Samsung-PM1725

All'interno troviamo un controller EPIC con interfaccia PCI Express 3.0 x8 che, nonostante sia stato depotenziato a PCI Express 3.0 x4, a causa del formato da 2,5'', permette di ottenere risultati incredibili. Si parla infatti di 3100 MB/s e 2200 MB/s in lettura e scrittura sequenziale e di 750.000 IOPS e 120.000 IOPS (lettura/scrittura) con operazioni casuali. La scheda HHHL, invece, consente prestazioni fino a 1.000.000 IOPS in lettura casuale e 120.000 IOPS in scrittura casuale. Per quanto riguarda le prestazioni sequenziali si parla di letture a 6000 MB/s e scritture a 2220 MB/s per le capacità da 3,2TB e per quella da 6,4TB. Sul fronte della sicurezza, l'SSD è dotato di una speciale protezione da improvvisa assenza di energia, ma troviamo anche la funzionalità "dual port" x4/x4 e il supporto multiple namespace.

SSD Test

Se questi che abbiamo visto sono i dati forniti dall'azienda, quelli dimostrati sul campo bisogna dire che si sono rivelati addirittura migliori. I test condotti nel corso dell'evento hanno infatti dimostrato che il disco non solo è in grado di raggiungere le velocità dichiarate da Samsung, ma anche di superarle con oltre 6,2 GB/s con carichi sequenziali (128K, QD32). Nelle letture casuali 4 KB, l'SSD ha raggiunto 1 milione di IOPS, mentre nelle scritture casuali ha toccato quota 343.072 IOPS. Infine, in ultimo test con un carico fatto di scritture sequenziali 128 KB è stato raggiunto il valore di 1955 MB/s. In conclusione, possiamo dire che Samsung ha dato prova ancora una volta di poter fare da padrone nel mondo dello storage, sfornando un prodotto che, nonostante sia ancora un prototipo, ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per imporsi sul mercato.