Anche questa settimana è tempo di nuove Beta in casa Apple. Il discorso è tuttavia più numerico che funzionale, dato che le modifiche apportate visibili esteriormente sono pochissime, prediligendo del bugfix che sarà pure meno scenografico ma al tempo stesso molto gradito. Tre sono i rilasci odierni. I primi due sono prosecuzioni di quanto già avviato la scorsa settimana. Iniziamo dalla Beta 2 di iOS 9.2, l'unica a presentare una novità non troppo dietro le quinte.

ios92webview

Image from 9to5Mac.

L'area di intervento è il View Controller di Safari, utilizzata da molte applicazioni per il loro browser integrato. La prima Beta aveva aggiunto la possibilità anche in questi contesti di richiedere la modalità desktop nonché di usufruire delle estensioni di Safari; in questo nuovo rilascio viene invece introdotto il supporto allo swipe per chiudere la visuale, scorrendo il dito da sinistra verso destra. Il pulsante tradizionale di chiusura è stato di conseguenza riposizionato in modo da rendere più distinguibili i due metodi a disposizione dell'utente. Per il resto troviamo varie correzioni di problemi tra cui quelli che impattavano l'abbinamento con Apple Watch e la sincronizzazione della libreria musicale sul dispositivo, la qualità della riproduzione audio tramite USB su alcuni impianti per auto, la configurazione di iCloud Keychain e l'utilizzo di riferimenti di tipo "folw" per l'impostazione di sottotitoli predefiniti nei video.

Per quel che concerne la Beta 2 di OS X 10.11.2, invece, nulla di nuovo rispetto alle aree di intervento della release di prova iniziale. Le note di rilascio continuano a richiedere di verificare eventuali bug per grafica, Wi-Fi, calendari, USB, Mail (e su tale app non si può parlare di "eventuali" ma di sicuri bachi), Note, Foto e Spotlight. La novità di questa sera è invece la Beta di debutto per tvOS 9.1, che segue così quasi fedelmente a livello di versioni il ciclo di rilascio del sistema padre iOS. Trattandosi del primo aggiornamento post-commercializzazione per la nuova Apple TV è probabile che non si andrà oltre il semplice bugfixing. Le note ufficiali si limitano ad accennare miglioramenti per il collegamento alle reti e lo scorrimento tra i contenuti.

Tutte e tre le Beta sono per ora disponibili per i soli sviluppatori iscritti all'Apple Developer Program a pagamento, mentre il canale di testing pubblico dovrà attendere ancora un giorno o due se si ripeterà il ciclo già visto in precedenza. Le build di iOS e OS X sono ottenibili in modalità OTA (Over The Air) dalle apposite sezioni per gli aggiornamenti oppure, nel caso di iOS, anche come pacchetto per l'installazione tramite iTunes; quest'ultima è peraltro l'unica modalità attualmente prevista per tvOS.