gsmarena_007

I lettori più affezionati di SaggiaMente conoscono bene la mia forte simpatia per Xiaomi, tanto da essere stato uno dei primi in Italia a credere nelle potenzialità dei suoi prodotti che, sino ad ora, non mi hanno mai deluso. Qualche tempo fa ho recensito la Mi Band, la smartband del marchio cinese che, a dispetto del prezzo irrisorio, non ha nulla a che invidiare ai dispositivi indossabili più blasonati, sia per le funzionalità che per la precisione. Poco fa l'azienda ha annunciato il rilascio di un nuovo modello chiamato Mi Band 1s che, come suggerisce il nome, è una naturale evoluzione di quello attualmente in commercio. La novità già importante introdotta è il sensore di rilevamento del battito cardiaco, il cui funzionamento è abbastanza simile a quello dei dispositivi concorrenti: un piccolo flash LED, posto alla base dell'unità centrale, illumina il polso in modo che il sensore possa rilevare le pulsazioni del cuore. Ovviamente l'introduzione del nuovo sensore ha portato ad un piccolo aumento delle dimensioni (nell'ordine di qualche millimetro in più) e del peso (mezzo grammo in più), che, purtroppo, non rendono compatibile l'unità centrale della Mi Band 1s con i bracciali per il precedente modello che, dunque, andranno riacquistati (ma si trovano a circa 2€). Infine. la batteria integrata è sempre quella da 45 mAh e se garantiva circa un mese di autonomia al primo modello, in questo caso dovrebbe ridursi a causa della presenza dell'heart monitor. Xiaomi Mi Band 1s costa solo $16,00 sul mercato cinese, speriamo che gli importatori italiani non la propongano a prezzi troppo elevati (mi auguro 20/25€).

gsmarena_005