twin-camera

iPhone 6s è senza alcun dubbio uno dei terminali "derivati" che differisce maggiormente dal suo predecessore, sopratutto nel comparto fotografico, ma ciò che inizia a prospettarsi per le future incarnazioni del telefonino di Apple (forse già dal prossimo 7) è veramente di indubbio interesse, visto un nuovo brevetto Apple scovato oggi da 9to5Mac. Infatti, sembra che Apple abbia approntato una tecnologia che permetta di integrare all'interno dei futuri iPhone due sensori fotografici, indipendenti l'uno dall'altro, con due focali diverse. I vantaggi sarebbero molteplici: innanzitutto, implementando un secondo sensore con apertura focale più ampia non vi sarebbero perdite di qualità qualora si voglia zoomare su un particolare lontano. Inoltre, durante le riprese video, si possono scattare foto alla scena senza alcuna perdita di qualità, a differenza delle still photo che possono essere effettuate sin da iPhone 5. Ancora, si potrebbero creare dei flussi video 1080p o 4K combinati fra loro, sfruttando anche la modalità picture-in-picture per riprendere, in un riquadro ad hoc, un particolare dello scenario. Per quanto mi auguri che la doppia fotocamera possa essere già presente nel prossimo iPhone, sono anche perfettamente conscio che una simile miglioria richieda più potenza hardware, una batteria più capiente e, soprattutto, un'ottima capacità di storage, tanto da poter spingere l'utenza interessata alla nuova tecnologia (molto probabilmente basata su quella sviluppata da LinX, recentemente acquista da Apple) a rivolgersi verso i più costosi modelli da 128 GB.