Proseguono le presentazioni al CES 2016 e naturalmente non poteva mancare Samsung con le prime novità dell'anno. Non tantissime, a dire il vero: nelle precedenti edizioni eravamo abituati a intere batterie di prodotti ufficializzati. Forse è meglio così, pochi ma buoni. Ieri avevamo già avuto un anticipo con l'SSD T3. Il dispositivo che ha tenuto principalmente le scene nell'evento avvenuto alcune ore fa, invece, è stato senza dubbio il nuovo tablet della serie Galaxy. Ma non c'è Android, stavolta. L'azienda coreana ha deciso di estendere il suo brand più famoso anche al mondo Windows. Il suo nome è Galaxy TabPro S.

samsunggalaxytabpros

Tablet con Windows da parte di Samsung non sono una prima visione in senso assoluto, tuttavia in passato erano confinati all'interno della famiglia Ativ, non tenuta in grande considerazione da parte dell'azienda (più in generale i computer Samsung con Windows stanno rapidamente scomparendo dalle nostre parti, a seguito della cessata commercializzazione in Europa). Con la promozione a Galaxy, sembra essersi aperto un nuovo rapporto con Microsoft, con possibili sorprese anche lato mobile. Ma torniamo a parlare del TabPro S: scocca in metallo, fa sfoggio di spessore e peso molto ridotti, rispettivamente 6,3 mm e 693 g. Lo schermo è un Super AMOLED da 12", con risoluzione 2160x1440. A livello di hardware, ci troviamo davanti a un PC a tutti gli effetti, con processore dual-core Intel Core M di sesta generazione (Skylake) da 2,2 GHz e 4 GB di RAM; lo spazio di archiviazione SSD varia a seconda della versione scelta, 128 o 256 GB. Nulla di esagerato nel comparto fotocamera, che prevede 5 Megapixel sia per il sensore posteriore (con autofocus) sia per quello anteriore. La connettività è completa, con Wi-Fi 802.11ac MIMO, Bluetooth 4.1 e NFC. È prevista anche una versione con modulo 4G. Concludono il tutto GPS/GLONASS, i sensori principali (accelerometro, luce ambientale, effetto Hall), una sola porta USB-C e una batteria da 5.200 mAh che promette fino a 10,5 ore di autonomia ed è dotata di supporto alla ricarica rapida. Assente il sensore di impronte digitali, ma tramite apposito software si potrà adoperare quello presente in molti smartphone Galaxy di fascia alta. Il sistema operativo preinstallato, Windows 10, è disponibile in edizione Home o Pro a seconda della destinazione d'uso. Disponibile nelle colorazioni nera e bianca da febbraio a prezzi ancora da comunicare, la confezione di vendita prevede anche la cover con tastiera visibile nell'immagine soprastante, mentre sono opzionali il pennino Bluetooth e un adattatore che aggiunge ulteriori porte USB sia tradizionali sia di tipo C insieme all'HDMI.

samsunggears2newversions

Nessun altro prodotto della serie Galaxy è stato presentato, ma non è mancato un po' di spazio per il Gear S2. In linea con quanto stanno facendo Apple e altre del settore, anche Samsung espande la gamma di versioni in cui il suo smartwatch è disponibile. Nello specifico si tratta di due ulteriori varianti per la serie Gear S2 Classic, una in color platino con cinturino nero in pelle rivolta al pubblico maschile e una in oro rosa con cinturino bianco per quello femminile. Nulla cambia a livello hardware rispetto ai modelli già noti, mentre sul piano software sono state annunciate la possibilità di utilizzare la piattaforma di pagamenti Samsung Pay tramite il chip NFC integrato e la prossima compatibilità con iOS, entrambe disponibili per tutti i Gear S2. Le nuove varianti saranno in vendita da febbraio a prezzi ancora da comunicare.

samsungsuhdtv2016

Segnaliamo in conclusione brevemente la nuova gamma di Smart TV SUHD, dotate di schermi curvi con tecnologia quantum dot e supporto HDR che promette sensibili miglioramenti per la qualità delle immagini, soprattutto nel contrasto. Le principali attenzioni sono state però rivolte al software, basato sulla versione 3.0 del sistema operativo proprietario Tizen, che oltre a migliorie per l'interfaccia grafica e la fruizione dei principali servizi (Netflix, Amazon, YouTube e i giochi disponibili su Sony PlayStation Now) dispone di funzionalità dedicate al controllo degli elettrodomestici appartenenti al cosiddetto Internet of Things, dai frigoriferi alle lampade. Essi devono però essere compatibili con la piattaforma SmartThings sviluppata dalla stessa Samsung e sarà anche necessario uno specifico adattatore USB. Maggiori dettagli sui modelli che comporranno la gamma, la disponibilità commerciale e i prezzi seguiranno più avanti.