Un altro dei pregi che si possono attribuire ad Apple è quello relativo alla gestione delle acquisizioni: quasi sempre fa buon uso di ciò che viene incorporato, facendolo diventare parte di un futuro prodotto. Apple Music è certamente l'esempio più famoso degli ultimi anni in tal senso, ma ancor più importanti nel contributo sono probabilmente le varie tecnologie assorbite alle loro startup, «di tanto in tanto» come prevede la classica frase di rito che arriva da Cupertino ogni volta che una testata internazionale rivela nuove operazioni del genere. Sta arrivando il momento anche per LinX? Sembrerebbe proprio di sì, a detta del celebre analista Ming Chi-Kuo (via 9to5Mac).

linximaging

L'utilizzo delle soluzioni sviluppate dalla società israeliana acquisita quasi un anno fa permetterebbe l'arrivo sul prossimo iPhone di un sistema "dual camera", che come il nome stesso suggerisce prevede due sensori fotografici. LinX ha lavorato a lungo sul perfezionamento sia hardware che software, ottenendo risultati superiori ai tradizionali sistemi a singolo sensore e soprattutto ad analoghi progetti di altre aziende del settore. Le due componenti, di origine Sony, avrebbero differenti specializzazioni tra loro: quella primaria disporrebbe della stabilizzazione ottica e un ampio angolo di campo, che sarebbe invece ridotto nel secondo sensore a favore dell'implementazione di un leggero zoom ottico nell'ordine dei 2-3x. In fase di cattura entrambe agirebbero in modo indipendente, coi due scatti uniti poi dal software in un'immagine unica ad elevata qualità.

Un nuovo profondo cambiamento in ambito multimediale potrebbe dunque attenderci nel consueto evento autunnale di Apple. Il rumor di per sé è plausibile, sia perché proviene da una fonte come Kuo rivelatasi in questi anni seconda solo a Mark Gurman per affidabilità sia perché tutto l'occorrente è in casa da sufficiente tempo per tramutarlo in caratteristica commerciale. Inoltre, a maggiore giustificazione, vi sarebbe il fatto che pure altri grandi player nel mercato smartphone come Huawei e LG intendono dotare i top di gamma di sistemi "dual camera", pertanto in quel di One Infinite Loop avrebbero ogni interesse a non arrivare impreparati. Nulla a buon mercato, però: le tecnologie LinX potrebbero anzi essere l'occasione per differenziare ulteriormente gli iPhone Plus da 5,5" da quelli di taglio minore. Solo i primi infatti sembrerebbero essere destinati a includerle. E non è detto tutte le configurazioni, dato che Kuo paventa la possibilità di vederle solo in quella di fascia massima. Nei prossimi mesi avremo sicuramente modo di capire meglio in quali aspetti del Melafonino interverrà Apple per allontanare del tutto lo spettro di un calo delle vendite.