Come abbiamo visto negli ultimi tempi, il rinnovato hobby di Cupertino, la Apple TV, vuole mostrare a tutto tondo la sua vocazione come centro dell'intrattenimento casalingo, sia multimediale che videoludico, e tvOS sta maturando velocemente, complice l'arrivo dell'App Store e delle prime applicazioni. Il mese scorso uno studio di AppFigures ci aveva mostrato l'evoluzione della piattaforma e anche noi, nel nostro piccolo, avevamo provato una serie di applicazioni dedicate alla visione di contenuti da server locali. Gli sviluppatori minori sono stati i primi a beneficiare dell'arrivo del nuovo sistema operativo e, anche se inizialmente hanno riscosso una discreta popolarità, alla fine si sono dovuti inevitabilmente scontrare con i big del settore multimediale: Plex, Infuse e VLC.

VLC Apple TV

A differenza di FireCore e VideoLAN, che hanno preferito muoversi con i piedi di piombo e avviare un programma di beta testing, Plex è stato rilasciato subito su Apple TV. Il suo principale avversario, invece, è arrivato poco più di un mese fa, mentre VLC ha deciso di fare con più calma e aspettare proprio oggi per fare il suo debutto.

VLC Apple TV 3

VLC per Apple TV consente la riproduzione di file in vari formati, supporta la navigazione per capitoli e la visualizzazione di eventuali sottotitoli. È possibile riprodurre file da media server DLNA/UPnP, condivisioni Windows (SMB), FTP e server Plex. È supportata la riproduzione a velocità variabile (personalizzabile dall’utente), testi in vari formati (srt, SSA, WebVTT, …) inclusi formati bitmapped e lingue con scritture da destra verso sinistra come l’arabo o l’ebraico, e layout complessi quali quelli di alcune lingue asiatiche. Tra le altre funzioni abbiamo la possibilità di scaricare copertine e sottotitoli: l'app, infatti, è in grado di accedere a OpenSubtitles.org e prelevarli anche durante la riproduzione.

VLC Apple TV 2

Molto interessante, inoltre, è la funzione Remote Playback. Utilizzandola VLC ci fornirà un indirizzo IP, accedendo al quale sarà possibile inviare una serie di contenuti alla nostra Apple TV in modalità remota. Gli sviluppatori, comunque, spiegano che è possibile aggiungere più file in coda, che poi vengono archiviati nell'Apple TV fino a quando non si raggiunge il limite di spazio disponibile. Per quanto riguarda le web radio e la riproduzione musicale, è stato integrato il supporto per hatchet.is, servizio che consente di visualizzare biografie e immagini di supporto. Infine, è stato già anticipato che con le future versioni verrà integrato il supporto ad alcuni servizi cloud come Dropbox, OneDrive e Box. VLC per Apple TV, esattamente come le versioni per Mac, Windows e iOS, può essere scaricato gratuitamente dall'App Store.