workstation

Il team di Hosted UI, il gruppo di sviluppatori interno a VMware che si occupa dello sviluppo dei prodotti di punta della società quali, ad esempio, Fusion, è stato interamente licenziato nella mattinata di oggi. La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno ed è stata riportata su un blog di un ex dipendente della società, oggi impegnato in altri progetti. Sin dalla sua nascita, VMware si era occupata della virtualizzazione di sistemi operativi: il primo step fu Workstation, un virtualizzatore per Linux in grado di eseguire finanche Windows. Nato come un tool per semplificare la vita degli sviluppatori che, quindi, avrebbero potuto testare i propri software su più sistemi in contemporanea senza avere la disponibilità fisica di più macchine, è stato la base su cui l'azienda ha costruito il proprio know-how e i successivi prodotti, fra i quali annoveriamo anche Fusion, introdotto poco dopo il lancio dei primi Mac con processore Intel e che è tuttora il principale competitor di Parallels. Ad ogni modo, VMware si è dedicata anche allo sviluppo di altri prodotti, fra i quali non posso non menzionare Server, potente tool per la gestione da remoto degli hosting web. Non si sa se la manovra preluda ad una ristrutturazione aziendale o, peggio, all'abbandono dei prodotti dedicati alla virtualizzazione che, comunque, dovrebbero continuare a ricevere aggiornamenti di stabilità e sicurezza nel medio periodo. Nel frattempo, se avete la necessità di usare più sistemi operativi sul vostro Mac e VMware decidesse di chiudere il progetto Fusion, vi consiglio di iniziare a valutare il passaggio a Parallels o al nuovo Veertu.