Tra la questione dell'errore 53, le oramai pluriennali cause con Samsung e le ultime controversie con diversi patent troll è un periodo davvero intenso per i legali di Apple. Infatti, come riporta MacRumors, a tutto ciò si è aggiunta oggi una nuova citazione in giudizio da parte della società Immersion. L'oggetto della contestazione è la possibile violazione di diversi brevetti correlati all'uso del Taptic Engine e i dispositivi interessati sarebbero gli iPhone 6, 6 Plus, 6S, 6S Plus e Apple Watch.

taptic-engine-law-immersion

Dal comunicato stampa rilasciato da Immersion si evince che non dovrebbero essere inclusi i MacBook con il nuovo trackpad Force Touch e il Magic Trackpad 2 (recensione), anch'essi equipaggiati con il Taptic Engine. Nello specifico, i brevetti coinvolti sono tre: U.S. Patent No. 8,619,05 nominato "Haptic Feedback System with Stored Effects", U.S. Patent No. 8,773,356 "Method and Apparatus for Providing Tactile Sensations" e U.S. Patent No. 8,659,571 "Interactivity Model for Shared Feedback on Mobile Devices". Immersion non è la solita patent troll ed effettivamente si occupa dello sviluppo di esperienze di iterazione realistiche e tecnologie touch da oltre 20 anni. La società chiede l'immediato blocco delle vendite dei prodotti interessati oltre al risarcimento del danno. Singolare la circostanza che nella citazione è incluso anche l'operatore telefonico AT&T, accusato di vendere i prodotti Apple e di offrire guide, indicazioni e altro materiale che incoraggiano la violazione dei brevetti da parte di altri soggetti.