Nel Supporto Apple è un periodo di forte attività, col terzo richiamo in due settimane. Dopo gli adattatori per le prese di corrente e le schede video dei Mac Pro, ora è il turno dei nuovi MacBook. Il problema risiede nei cavi di ricarica USB-C, sia quelli forniti in dotazione sia acquistati separatamente: un difetto in fase progettuale ne pregiudica il corretto funzionamento, con difficoltà di carica oppure totale impossibilità.

caviusbcmacbook

Il richiamo coinvolge tutti i MacBook commercializzati fino a giugno 2015; la differenza tra cavo difettoso e corretto si può vedere nell'immagine soprastante, con quello riprogettato che reca un seriale identificativo. Coloro che hanno acquistato il computer sull'Apple Store online nel periodo coinvolto non dovranno fare nulla e la parte sostitutiva sarà inviata agli indirizzi indicati in fase d'acquisto entro il mese in corso. Per tutti gli altri casi si dovrà procedere tramite la pagina dedicata, scegliendo una delle tre opzioni disponibili: prenotando un appuntamento al Genius Bar dell'Apple Store più vicino, effettuando la sostituzione presso un centro autorizzato oppure contattando il supporto Apple per concordare ulteriori modalità come l'invio a domicilio. In nessun caso vi saranno costi da sostenere, a patto di restituire il cavo malfunzionante. Consigliamo ovviamente ad ogni utente di MacBook coinvolto di procedere al più presto in modo da garantirsi sempre la corretta operatività del computer.