A quanto pare, non lo vuole battere il 5. Tranquillizziamo, non nel senso tecnico, il vecchio iPhone 5 e pure il 5s che andrà a sostituire li batterà senza problemi; intendevamo nel solo senso figurato. Quello che da rumor era infatti conosciuto sinora come iPhone 5SE avrà un nome leggermente diverso. Nemmeno a dirlo, anche la nuova indiscrezione arriva da Mark Gurman di 9to5Mac. Salvo altri cambiamenti dell'ultima ora, il nome scelto per il dispositivo sarebbe iPhone SE (notare che nelle scorse puntate la dicitura era riportata minuscola, come per 5s e 6s, mentre l'ultimo maiuscolo fu il 4S; un altro ritorno di fiamma?).

iPhone 5se secondo OnLeaks

Tre sarebbero i motivi principali alla base della decisione: la prima si collegherebbe al significato del suffisso "SE", dibattuto tra S Enhanced ad indicare un 5s migliorato nella sostanza ma di uguale forma e Special Edition per dare risalto al ritorno in auge del Melafonino da 4". A quanto pare quest'ultima avrebbe prevalso del tutto per il posizionamento commerciale. Ciò porterebbe conseguenze anche sul secondo motivo, dato che denominarlo 5SE avrebbe creato possibile confusione tra gli utenti. Come mai si lancerebbe un nuovo modello appartenente alla famiglia 5 quando siamo già all'iterazione "s" della 6? Per evitare fraintendimenti sull'effettivo stato tecnologico del dispositivo, non utilizzare alcuna numerazione appare la migliore opzione sul tavolo. Arriviamo infine alla terza motivazione, legata al ciclo di vita. Non identificarlo con una generazione o famiglia specifica consentirebbe ad Apple di tenerlo come proposta d'ingresso senza necessità di aggiornamenti hardware annuali. Si dovrebbe poi capire in tal senso se gli altri iPhone continuerebbero il loro periodo triennale di vendita, ma in merito potrebbero venire in aiuto i precedenti rumor di Gurman che vedono la dismissione dell'iPhone 6 all'evento settembrino. Quello che nel frattempo viene dato per scontato a marzo è l'addio al 5s.

Tutto ciò che sarebbe già noto riguardo il terminale non cambia: processore A9 accompagnato dal coprocessore di movimento M9, tagli di memoria da 16 e 64 GB, fotocamera migliorata con supporto a Live Photos, NFC con Apple Pay, funzionalità di attivazione vocale "Hey Siri", Bluetooth 4.2 e connettività Wi-Fi 802.11ac + VoLTE. Riguardo ai prezzi, finalmente il buon Mark si sbilancia sostenendo che saranno i medesimi a cui oggi si vende il 5s negli Apple Store, ossia partendo dai 529 € della variante da 16 GB (presumiamo quella da 64 GB sostituisca il 5s da 32 mantenendone il prezzo, 579 €, ma con Apple mai dire mai). Quasi nessuna sorpresa, ormai. Sarà riuscita l'azienda di Cupertino a tenere qualche aspetto ancora segreto? Lo scopriremo con molta probabilità il prossimo 15 marzo.