Molto spesso ci troviamo a dover gestire sui nostri Mac diverse sorgenti audio. Che si tratti di un filmato su YouTube, di un brano in riproduzione su iTunes o di una serie TV su Netflix poco importa, sta di fatto che avere il controllo sul volume delle diverse fonti sonore può tornare molto utile. Ed è proprio in questo contesto che si inserisce Volume Mixer, una utility per il controllo audio su OS X.

Proviamo ad immaginare di trovarci nella classica situazione nella quale stiamo vedendo un film e ad un certo punto l'audio viene fastidiosamente interrotto dall'arrivo di una notifica su iMessage, eventualità, questa, che con tutte le possibili varianti del caso e delle parti in gioco, si presenta molto più frequentemente di quanto si possa immaginare. Volume Mixer permette di gestire singolarmente i volumi delle varie tracce e di separarle, se vogliamo, dal controllo "master" principale, in modo da poter ridurre il livello del volume generale ma tenere invece alto quello di un video in riproduzione, così da non venire interrotti all'arrivo di ogni notifica.

screenshot-volume-mixer-schermata-principale

Volume Mixer: UI principale

Volume Mixer, attualmente disponibile nella versione 1.1 e con la presenza anche di una versione trial di 15 giorni, si presenta con un'interfaccia grafica minimal e molto chiara, dove sono ben evidenziate l'icona master e quelle delle varie tracce audio in riproduzione sul Mac, con uno slider per ognuno di questi elementi. Il concetto dietro il funzionamento dell'app è molto semplice, possiamo lasciare che a gestire il volume di tutto sia la traccia master regolandola a nostro piacimento, oppure "staccare" le singole app dal controllo centrale con un semplice clic destro ed intervenire su queste manualmente, garantendo loro completa autonomia funzionale.

screenshots-volume-mixer-opzioni

Volume Mixer: schermata opzioni

La schermata delle opzioni consente di selezionare poi il dispositivo di output, se aprire l'app ad ogni avvio del Mac, visualizzare o meno l'icona master della barra del menu o eliminarla dalla UI principale del programma. Volume Mixer sembra presentare ancora qualche bug, che nel caso specifico della prova che ho effettuato ha causato un completo stravolgimento della disposizione delle icone nel Launchpad su OS X, ma nel complesso si comporta bene e si è dimostrato un programma estremamente utile.