Ci siamo quasi. Il 21 marzo è ormai a distanza di pochi giorni; un evento in cui il prodotto principale risulterà essere l'iPhone SE, ovvero quella che sostanzialmente si configura come la versione da 4" (e senza 3D Touch) del 6s. Continuano ad arrivare incessanti i leak, nonostante la vicinanza alla presentazione; pressoché ogni dettaglio appare noto. Altre potenziali conferme? Arrivano dall'immagine sottostante.

scatolaiphoneseleaked

Ammesso sia vera, possiamo vedere uno scorcio della confezione di vendita del nuovo dispositivo, pubblicata sul social network cinese Weibo (via 9to5Mac). La prima caratteristica che sembra essere confermata è quella relativa al taglio base di archiviazione, da 16 GB. Lascerà delusi coloro che lo ritengono ormai un taglio troppo stretto, ma non desta scalpore dato che Apple continua a usarlo anche sui modelli maggiori e salvo sorprese continuerà a farlo almeno per la prossima generazione di iPhone. La seconda è più a colpo sicuro, tanto che possiamo non utilizzare il condizionale: nella confezione di vendita abbiamo le EarPods e il cavo Lightning-USB. Anche la terza rientra in tale categoria, trattandosi delle tecnologie di connettività supportate, LTE in primis, e della presenza del GPS. Riprendiamo forme verbali meno certe per la quarta, dato che si tratta dell'NFC. Pure in questo caso, però, abbiamo pochi dubbi sull'inclusione, considerata la forte spinta su Apple Pay, specialmente proprio in Cina dov'è ancora fresco di lancio.

Indizi ripetuti che continuiamo a prendere con le pinze non essendo nulla di ufficiale, ma che man mano passa il tempo si avviano a diventare certezze. La palla è tra i piedi di Apple per lunedì, verificando se sarà riuscita a mantenere qualche sorpresa per il keynote oppure dimostrerà un'altra volta che la missione segretezza non è andata come auspicato. E nel secondo caso, questo iPhone SE negli ultimi mesi di sviluppo si sarà rivelato tutto fuorché un "se", inteso stavolta come congiunzione interrogativa.