Da molto tempo fare video non è solo un affare da professionisti. Sempre più persone si stanno avvicinando al mondo del videomaking rimanendone affascinati. Con i nuovi canali di comunicazione è possibile condividere i propri contenuti facilmente e, nel caso volessimo, guadagnare qualcosa. Durante il processo di apprendimento si cerca sempre di migliorarsi e, per farlo, è necessario colpire su due fronti: la competenza e l'attrezzatura. Quest’oggi parleremo di quest’ultima, lasciando il percorso di crescita personale ad altri articoli.

slider_cacagoo_copertina

Nella maggior parte dei casi i professionisti utilizzano attrezzature di alto livello, che troppo spesso costano cifre che un appassionato non vuole o non può spendere. Grazie all’elevato interesse nell’ambito video, numerose aziende hanno deciso di introdurre nel mercato prodotti che prima non esistevano: più economici e ad un livello inferiore, ma comunque apprezzabili. CACAGOO è un esempio di tali realtà e ci ha dato l’opportunità di provare il suo slider da 80cm per video.

slider_cacagoo_confezione

All’interno della confezione sono presenti le componenti dello slider stesso, l’adattatore da 3/8 a 1/4 e una sacca per il trasporto. Noi siamo entrati in possesso di un kit differente da quello attuale che purtroppo non conteneva quest'ultima. Il montaggio è molto semplice, basterà inserire l’unità centrale nel binario e avvitare i piedini.

slider_cacagoo_piastra

La piastra e tutte le altre componenti sono di metallo e molto robuste. Sulla sommità troviamo una piccola bolla e la vite per avvitare la testa o la fotocamera. La superficie è di metallo anche qui, ma avrei preferito si trovasse un piccolo disco in gomma in modo da poter stringere meglio l’attrezzatura senza il rischio di graffi. Spostandoci sul lato notiamo una vite anodizzata arancio (colore utilizzato per tutti i particolari) che serve per serrare il corpo sul binario. Purtroppo non è possibile utilizzarla per controllare la frizione: anche stringendola leggermente si bloccherà il tutto. Nella parte inferiore sono presenti le sedi dove scorrerà il binario. Questo slider è, infatti, a scorrimento (e non a rotolamento), questo implicherà un maggiore attrito durante l’utilizzo.

slider_cacagoo_piedini

Le due curve di metallo che fungono da piedini si avvitano con facilità all’estremità del binario. Purtroppo anche qui manca una superficie di gomma che si interpone tra i due corpi metallici, in questo modo, nonostante si stringano con molta forza le viti, basterà una leggera pressione per muovere i piedini. Quest’ultimi sono dotati di una vite e un dado che serviranno per regolarne l’altezza. Chi utilizza lo slider quasi esclusivamente su treppiede deve sapere che i piedini fungono anche da fine corsa per il binario, per cui non è possibile sganciarli per avere minor ingombro.

slider_cacagoo_sotto

Una volta montato il tutto, si può utilizzare il binario appoggiandolo sulle superfici grazie ai piedini gommati, oppure avvitandolo ad un cavalletto. Sono presenti 4 fori per poter avvitare lo slider, due centrali e due laterali. Gli ultimi sono per viti da 1/4 (le stesse che sono presenti sulle fotocamere), in questo modo potremo utilizzare due cavalletti per sostenere con maggiore stabilità l’attrezzatura. I due fori posti al centro sono invece destinati all’utilizzo con un solo cavalletto: si potrà scegliere se avvitarlo direttamente all’asta (con il foro più grande da 3/8) oppure alla testa (con il foro più piccolo da 1/4).

slider_cacagoo_problema_testa

Lo slider di CACAGOO si può utilizzare avvitando direttamente la videocamera alla vite da 3/8 oppure con una testa per treppiedi grazie all’adattatore. Generalmente si opta per il secondo metodo poiché in questo modo non si avrà la videocamera fissa sul piatto ottenendo maggiore libertà di movimento. Già dal primo utilizzo ho notato un difetto con l’adattatore incluso: la testa per treppiedi non è in contatto con la superficie del piatto, bensì rimane leggermente sollevata. In questo modo qualsiasi dispositivo montato sarà poco stabile. Inoltre rimuovere l’adattatore non si è rivelata un'impresa semplice, perché si è incastrato con 3 delle 4 teste in mio possesso. Consiglio di lasciarlo sempre avvitato oppure utilizzare un altro adattatore.

slider_cacagoo_utilizzo

I movimenti della piastra sul binario sono abbastanza fluidi, ma come in tutti i carrelli a scorrimento basta una leggera diminuzione della forza per produrre uno scatto. La piastra ha un leggero gioco sul binario, questo non dà problemi per gli spostamenti lungo longitudinale dello slider, ma non è possibile combinare i movimenti orizzontali della piastra con quelli verticali (tilt) della videocamera (per maggiori chiarimenti guardare il video qui sotto).

Conclusione

Come per tutti gli oggetti di questo genere anche lo Slider di CACAGOO richiede un po’ di pratica per ottenere dei buoni risultati. Nonostante i difetti sopraelencati riesce comunque a donare delle buone riprese, che sicuramente incrementeranno la qualità del prodotto finito. Tuttavia sul mercato troviamo delle alternative solo leggermente più costose che offrono diversi vantaggi, io personalmente utilizzo un Tarion a rotolamento che non possiede tutte le negatività che si porta dietro questo modello. Difficilmente riuscirei a consigliarlo, perché seppure i suoi 89,99€ lo rendono economico, il rapporto qualità/prezzo è molto basso.

PRO
+ Economico
+ Migliora le riprese video

CONTRO
+ Mancanza di supporti di gomma tra le superfici metalliche
+ L'adattatore da 3/8 a 1/4 incluso è di scarsa fattura e quasi inusabile
+ La piastra ha un gioco durante il tilt della testa
+ Non è possibile utilizzare il carrello senza piedini o si rischia di far cadere l'attrezzatura
+ Poca cura dei dettagli

DA CONSIDERARE
+ Essendo uno slider a scorrimento è necessaria un po' di pratica per un utilizzo ottimale