Apple Music sta lentamente macinando numeri e ampliando la base di utenza. Spotify, con i suoi oltre 30 milioni di iscritti, sembra ancora inarrivabile, tuttavia gli utenti paganti del servizio di streaming made in Cupertino sono giunti a 13 milioni, come comunicato nell’ultima trimestrale. Oltre ai tanti bug (alcuni risolti, molti persistenti), gli utenti abituati alla semplicità e immediatezza del software sviluppato da Apple hanno sempre criticato la confusione di Music.

Tim Cook & C. sembrano essersi resi conto del problema già da tempo e adesso, secondo quanto riportato da Bloomberg (via 9to5mac) sarebbero pronti a presentare (forse nel corso della WWDC di giugno) una nuova versione del servizio, completamente rinnovata. La fonte dell’indiscrezioni racconta di un progetto per migliorare l’integrazione tra servizio di streaming, acquisto di musica con iTunes e ascolto delle radio. Effettivamente i problemi maggiori di Music sono palesemente legati all'unione dello streaming e l’ascolto in locale, in aggiunta alla possibilità di download della musica offline. Per tali motivazioni si è auspicato, da più parti, il rilascio di un’app stand-alone, sia su iOS che su Mac, in modo da evitare, o quantomeno limitare, la confusione che oggi si evidenzia nell’utilizzo del servizio. L’esperienza su Android, in cui Apple Music è naturalmente presente come app separata rispetto al lettore multimediale, ha confermato proprio l’esigenza di una soluzione del genere anche su iOS.

apple-music-edm

Il rinnovamento di Apple Music sarebbe passato anche attraverso uno stravolgimento totale del team a lavoro sul programma. Apple avrebbe inoltre deciso di coinvolgere nellla revisione della UI anche i dirigenti ai vertici più alti: difatti Jony Ive, insieme a Iovine ed Eddy Cue, starebbe contribuendo alla semplificazione. Tutto ciò dimostrerebbe l’interesse che a Cupertino stanno ponendo sul progetto, ma più in generale potrebbe anticipare i piani futuri della società di riservare maggiore attenzione al settore dei servizi. Un ramo che sta diventando sempre più importante per i profitti dell’azienda, ma in cui Apple da tempo dimostra non poche difficoltà. L’obiettivo è di presentare il rinnovamento di Music a distanza di esattamente un anno dal lancio; il tutto dovrebbe essere accompagnato da un programma di marketing mirato ad aumentare sensibilmente gli abbonati.