Migliorare il sistema sanitario sarebbe stato uno dei desideri di Steve Jobs, almeno secondo quanto ha riportato ieri il Time. L'articolo è stato scritto da Tim Bajarin, consulente per la tecnologia che ha passato un breve periodo all'interno del quartier generale di Cupertino e ha chiesto ai dirigenti quale fosse stata l'ispirazione per la creazione dell'Apple Watch. A quanto pare, fu proprio Steve Jobs a chiedere al team di ricerca e sviluppo di progettare qualcosa che potesse coprire il divario fra i pazienti e le strutture ospedaliere, problema che il compianto CEO rilevò durante il decorso della sua malattia.

apple-watch-dock-elegant

Proprio per questo, a Cupertino sono iniziate ricerche specifiche per la creazione di un ecosistema che potesse portare benefici ai pazienti, ma anche agevolare il lavoro delle strutture cliniche: se, lato software, sono stati creati HealthKit, ResearchKit e CareKit, lato hardware il compito di monitorare le condizioni di salute dell'utente è stato demandato ad Apple Watch. Infatti, nonostante le sua vocazione "fashion", è stato progettato secondo l'idea di Jobs.

Ad oggi, nel campus di Apple lavorano a tempo pieno ben sette infermiere, il cui compito è di rilevare i dati circa le condizioni di salute di alcuni dipendenti che, volontariamente, hanno deciso di aderire al progetto. L'ecosistema dedicato alla salute è, ovviamente, ancora agli inizi e, purtroppo, destinato solo al mercato americano, ma c'è da scommettere che, anche in questo caso, la diffusione potrebbe essere capillare anche nel resto del mondo. Non ci resta che aspettare.