Il settore della guida autonoma è in continuo fermento, ed anche qui su SaggiaMente ci siamo avvicinati alla tematica, soprattutto in seguito ai recenti accordi intercorsi tra FCA e Google. Questa volta la notizia riguarda Uber, il servizio di trasporto cittadino alternativo ai taxi, che ufficializza sul suo blog di stare svolgendo test con autovetture driverless, nella città di Pittsburgh. Le automobili utilizzate sono delle Ford Fusion ibride, equipaggiate con radar, scanner laser e telecamere ad alta risoluzione. Per il momento a bordo è sempre presente un pilota, pronto ad intervenire manualmente quando la vettura si trova in difficoltà nello scegliere il comportamento da adottare. Proprio nella cittadina, capoluogo della Pennsylvania, Uber ha recentemente aperto un centro di ricerca e sviluppo incentrato sulla guida autonoma, dichiarando che Pittsburgh risulta perfetta per i test delle sue vetture grazie alla moltitudine di tipologie di strade, al suo traffico e alle condizioni meteo altamente variabili.

uber-driverless

L’obiettivo della società californiana è quello di rendere, in futuro, le corse sulle sue auto più accessibili a tutti, escludendo la costosa componente umana, per ora necessaria. Può sembrare un discorso duro, ma è il prezzo dell’evoluzione tecnologica ed un processo ciclico che è sempre avvenuto nella storia. Abbiamo parlato pochi giorni fa dell’ingente investimento di Apple nella società cinese, gemella di Uber, Didi Chuxing e non è da escludere che i piani per il futuro tra le due compagnie siano incentrati nell’implementazione del programma di Cupertino, Project Titan, sulle vetture del servizio cinese. La direzione in cui si sta andando è chiara, non ci resta che seguirne gli sviluppi.