Qui su SaggiaMente abbiamo sempre cercato di fare della buona informazione. Questo per noi vuol dire, tra le altre cose, evitare di annoiarvi con articoli quotidiani riguardanti ogni rumor immaginabile che gira in rete sui futuri gingilli made in Cupertino. Però, siamo pur sempre un blog che ha Apple al centro della sua linea editoriale e non possiamo far finta che certe cose non esistano. In questo articolo vogliamo raccogliere le indiscrezioni, più o meno attendibili, delle ultime settimane riguardanti il futuro iPhone 7, in arrivo il prossimo autunno. Partiamo dai recenti leak comparsi sulle pagine di MacRumors che mostrano un case capace di ospitare quattro altoparlanti come accade già su iPad Pro. Considerando che attualmente l’altoparlante è solo uno, posto in basso, mi sembra piuttosto inverosimile che tutte e quattro le griglie possano fungere da diffusori, dove troverebbe posto il microfono principale? Sempre freschissimo è un altro leak che si concentra questa volta sul foro della scocca posteriore, destinato ad ospitare la fotocamera. Dalle foto diffuse su 9To5Mac si evince un diametro dell’obiettivo maggiore rispetto all’attuale e una generosa estrusione dello stesso. Rimanendo sul tema fotocamera, non sono mancati numerosi rumor che vogliono un doppio sensore montato sul futuro smartphone (forse solo sulla variante Plus, ma personalmente non gradirei una eccessiva differenziazione tra le due).

iphone7-rumor

Per quanto riguarda i tagli di memoria, abbiamo tutti un unico desiderio: un base gamma con almeno 32GB di spazio di archiviazione. Purtroppo le voci delle ultime settimane vogliono un ulteriore ingigantimento del taglio di archiviazione maggiore, fino a 256GB, lasciando inalterato il più economico degli iPhone con i suoi miseri 16GB. Infine, abbiamo già lungamente discusso sulla possibile eliminazione del jack cuffie da 3,5mm, delegando il compito del collegamento audio fisico alla porta Lighting. Tra tutte le voci, questa dovrebbe essere la più attendibile. Abbiamo fatto questa veloce carrellata, non di certo esaustiva, sui tanti rumor apparsi in rete e, per un po’ di tempo, a meno di nuove informazioni attendibili, possiamo tornare a discutere di argomenti più concreti e più aderenti ad una saggia linea editoriale.