Il mercato degli smartphone è saturo: i report degli analisti, le anticipazioni degli esperti, le statistiche e i trend sembrano ormai giungere quasi in modo unanime a questa conclusione. Anche in queste ore il rapporto di Mary Meeker (via MacRumors), che contiene i primi dati delle spedizioni di inizio 2016, conferma che la crescita del settore si è ormai quasi assestata, ben lontana da anni come il 2010 in cui si assistette a un incremento dell'81%. Certo, erano tempi diversi, in cui il fenomeno app stava iniziando a conoscere numeri da capogiro e la concorrenza tra iOS e Android si faceva davvero serrata, a colpi di incessanti migliorie hardware e software. Con la progressiva maggiore nel corso degli anni, il rallentamento era comprensibile; colpisce però la rapidità del calo.

Market share.smartphone

Dal boom di inizio decennio, mai più eguagliato, si è giunti al +15% registrato nel 2015. Ciò fa presagire per l'anno corrente un'ancor più bassa crescita assestata su percentuali ad una cifra, a meno di uno scossone nell'innovazione tecnologica che convinca l'utente medio ad aggiornare il proprio dispositivo, operazione che allo stato attuale diventa sempre più difficile vista l'introduzione di sempre meno killer features e il supporto software prolungato, soprattutto lato iOS.

Market share.smartphone2

Come emerge dai dati, la "crisi" è generalizzata e riguarda sia iOS che Android. I numeri a livello globale sono ancora più negativi se considerati al netto dei mercati emergenti. Infatti gli unici produttori che nell'ultimo periodo stanno riuscendo a mantenere numeri interessanti provengono appunto dai paesi asiatici. Aziende come Apple hanno cercato di anticipare il trend di crescita dei mercati orientali con promozioni ed offerte pensate per tali regioni. Probabilmente proprio queste iniziative hanno permesso alla casa di Cupertino di rimandare fino ad oggi il primo trimestre di calo nelle vendite di iPhone rispetto all'anno precedente. Nello studio possiamo inoltre rilevare che Android, dal 2009 ad oggi, è passata dal 4% di market share a livello mondiale fino all'odierno 81% con una previsione ancora a rialzo nel 2016 a danno anche di iOS, che nel 2015 si attestava sul 16%. La seconda parte dell'anno permetterà di capire in che modo Apple, Google e i produttori di dispositivi Android, Samsung in testa, cercheranno di modificare la situazione, tornando a trainare non solo la crescita delle singole piattaforme ma del mercato in generale.

Market share.2016