Nel 2010 l'introduzione di AirPrint fu un enorme passo avanti nel mondo della stampa da device mobili: con due tap si può stampare un documento senza dover ricorrere a particolari configurazioni, visto che le stampanti compatibili con il sistema di Apple vengono riconosciute in automatico senza la necessità di installazione di driver.

Da allora, però, la tecnologia AirPrint non si è più evoluta, rimanendo uguale a se stessa sino ad oggi. Con iOS 10, però, Apple ha deciso di implementare altre funzionalità come il supporto ai Beacon Bluetooth, quello per la multiutenza di stampa con gestione di password per ogni utente ed il salvataggio dei documenti in PDF.

airprint-ios-10-bluetooth-beacon

AirPrint Bluetooth Beacon è un servizio basato - come dice il nome - sui sistemi beacon bluetooth, tramite i quali è possibile inviare ai dispositivi iOS le dovute impostazioni di rete per poter utilizzare la stampante, senza che l'utente debba procedere alla configurazione manuale. Se pensiamo che spesso in ambito aziendale è necessario inserire manualmente i dati relativi alla maschera di sottorete, al server DNS e all'indirizzo IP, AirPrint Beacon Bluetoothè davvero una manna dal cielo, visto che l'amministratore di rete dovrà solo configurare uno dei tanti beacon di terze parti disponibili sul mercato. Inoltre, Apple ha promesso che la tecnologia potrà essere integrata anche nelle stampanti AirPrint che saranno prodotte in futuro.

La creazione nativa di PDF è, invece, una funzione di cui personalmente sentivo la mancanza su iOS, visto che su macOS ne faccio largo uso per convertire al volo i documenti e salvarli in Dropbox o in Evernote. Con iOS basterà selezionare l'icona di Stampa dal menu condivisione e, quando verrà mostrata l'anteprima della pagina, procedere a un pinch to zoom out e selezionare nuovamente l'icona di condivisione. Da lì, basterà selezionare l'app preferita per il salvataggio del file in formato PDF. I possessori di iPhone 6s / 6s Plus potranno anche usare il 3D Touch in luogo del pinch to zoom out. Chi non volesse attendere il rilascio di iOS 10 per convertire i documenti e le pagine web in PDF, può ricorrere all'ottima app Workflow.

Infine, se già oggi AirPrint gestisce la stampa multiutente protetta da username e password, con iOS 10 sarà necessario ricordarsi solo quest'ultima, visto che verrà chiesta solo la password associata ai vari username memorizzati nel Portachiavi. Lo stesso approccio, peraltro, sarà adottato anche in macOS Sierra.