Dopo alcuni giorni di pausa, per così dire, dedicati alle novità dell'IFA 2016 di Berlino, le attenzioni si stanno di nuovo concentrando sull'evento Apple di mercoledì 7 settembre. Ormai è questione davvero di poco per vedere cosa ha in serbo il prossimo iPhone. Tra gli spettatori interessati non mancheranno certo le concorrenti, a partire da Google che sta apportando gli ultimi tocchi ai nuovi Nexus. Anche se potrebbero chiamarsi in altro modo.

googlepixelrendering

Secondo AndroidPolice, infatti, i dispositivi sinora conosciuti coi loro nomi in codice di "Sailfish" e "Marlin", potrebbero essere commercialmente ribattezzati come Pixel e Pixel XL. Un cambio di nome che si inserisce in un importante cambio di rotta da parte di Google nell'ambito hardware: l'azienda di Mountain View sta infatti prendendosi sempre più cura in prima persona della progettazione e vendita dei dispositivi, lasciando ad altri OEM, nel caso specifico HTC, lo svolgimento della sola fase produttiva. Ciò verrebbe anche corroborato dall'assenza di qualsiasi logo del produttore in favore di quello Google, come si può vedere nel rendering soprastante di provenienza AndroidPolice. Un indizio a ben vedere era arrivato pure lo scorso anno, col tablet Pixel C a sostituire il precedente Nexus 9.

Ma quando è previsto il loro arrivo? Ancora una volta è AndroidPolice a riportarlo: l'evento dovrebbe svolgersi il 4 ottobre. E i nuovi Pixel potrebbero non essere da soli. Nei piano rientrerebbero pure una versione 4K del Chromecast, il dispositivo a controllo vocale Google Home già anticipato alla conferenza I/O e il visore per la realtà virtuale Daydream View. Per quel che riguarda le caratteristiche, vi è un quadro piuttosto completo per Pixel e Pixel XL: non solo il design in metallo, ma anche quasi tutte le caratteristiche interne sarebbero in condivisione, non ripetendo la situazione vista tra Nexus 5X e 6P. Si parla di un processore quad-core Qualcomm (presumibilmente lo Snapdragon 821), affiancato da 4 GB di memoria RAM e 32 GB minimi per l'archiviazione, non espandibili. La fotocamera posteriore disporrebbe di un sensore da 12 Megapixel, mentre quella anteriore si fermerebbe a quota 8. Il sensore d'impronte digitali dovrebbe restare sul retro, mentre gli altoparlanti principali saranno spostati sul bordo inferiore in stile iDevice. Le uniche differenze tra i due modelli sarebbero il display, entrambi AMOLED ma 5" Full HD per uno e 5,5" QHD per l'altro, e la batteria, 2.770 contro 3.450 mAh. La disponibilità commerciale dovrebbe iniziare qualche tempo dopo l'evento del 4 ottobre.

Ovviamente, come qualsiasi rumor tutto ciò che è stato scritto va trattato con le dovute precauzioni. Ci possono essere errori o cambiamenti di programma. Tuttavia, considerata la reputazione di AndroidPolice è molto probabile che almeno il 90-95% di quanto riportato troverà riscontro nella realtà. Come sempre, non ci resta che aspettare i prossimi sviluppi.