Al Photokina 2016 c'era grande attesa per l'evento Panasonic, che si è concretizzato in una lunga serie di ottime novità, che vanno dalla LX15 alla G80, passando l'incredibile bridge FZ2000 con funzionalità video evolute. La vera regina dell'evento, però, doveva essere la GH5. In realtà lo è stata comunque, perché la conferenza stampa è partita proprio da lei, ma l'arrivo sul mercato è stato rimandato al 2017, così come tutta una serie di dettagli tecnici.

image_gh5-lr

Le anticipazioni non sono tuttavia mancate, ad iniziare dalla presenza di un nuovo sensore capace di memorizzare filmati in 4K a 50/60fps con campionamento 4:2:2 a 10 bit. Così come la GH1 è stata la prima mirrorless ad offrire il Full HD, la GH5 segnerà dunque un altro momento storico nel settore. È prevedibile che questa integri tutte le buone funzioni appena viste nella G80, come il Dual I.S. 2 e la variabilità di frame rate e formati, ma ci si aspetta un ulteriore passo in avanti per tutto il resto. Le funzionalità 4K Photo saranno sostituite da quelle in 6K, basate sulla capacità di registrare 30 immagini al secondo ad una risoluzione 9 volte superiore al Full HD. Questo renderà molto più utili tutte le opzioni di raffica e post-focus delle altre recenti Panasonic, visto che la singola fotografia estrapolabile dal video passerà da 8 a 18MP. Purtroppo non abbiamo altri dati rilevanti, ma sono state anche annunciate delle nuove ottiche zoom professionali realizzate in collaborazione con Leica. Si tratta di un 8-18mm, un 12-60mm e un 50-200mm, tutti f/2,8-4.