Google ci riprova nel campo dei router, e dopo OnHub presentato lo scorso anno lancia il Google WiFi. La caratteristica principale del dispositivo di Mountain View è la possibilità di abbinare fino a tre unità per espandere la copertura della rete wireless anche su superfici più ampie con una configurazione mesh, che adopera i router collegati come ripetitori di sorta. All'interno del dispositivo troviamo il software Network Assist che imposta i parametri automaticamente per fornire la velocità massima possibile per la rete. Inoltre scansiona e analizza i canali Wi-Fi per garantire il miglior segnale possibile.

Ad accompagnare il prodotto ci sarà l'app companion su smartphone per avere un controllo completo e diretto sulla rete; grazie alla funzionalità "Family Wi-Fi pause" sarà possibile bloccare l'accesso alla rete ai dispositivi dei propri figli, magari all'ora di cena o durante la notte. Il design è in grado di adattarsi a diversi stili di arredamento, risultando decisamente più minimalista e sobrio rispetto a quello di OnHub, da cui riprende il fascio di luce unico per capire lo stato del router.

google-wifi

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, il router è AC1200, quindi dovrebbe offrire una velocità fino a 900 Mbps sulla rete a 5 GHz e fino a 300 Mbps su quella a 2.4 GHz, che combinate permettono di arrivare a quota 1200 Mbps. Ottima la dotazione hardware grazie ad un processore quad-core (710 MHz), 512 MB di RAM DDR3L e 4 GB di memoria flash; presenti anche due porte Gigabit Ethernet. I preordini partiranno a novembre negli USA a $129 e $299 per il pack da 3 unità. Non ci sono dettagli attualmente sulla disponibilità nel Vecchio Contenente.