Adobe Flash Player è sempre stato un anello piuttosto debole nella catena della sicurezza. Oggi nonostante il suo lento e inesorabile declino rimane comunque uno dei plugin più diffusi e utilizzati sul web, ed anche chi ne vorrebbe fare proprio a meno si ritrova spesso costretto a sfruttarlo per godere alcuni servizi. A proposito, se avete installato macOS Sierra avrete sicuramente notato un comportamento diverso di Safari nell’attivazione di Flash Player e altri plugin; a tal riguardo abbiamo già pubblicato una breve guida informativa.

adobe-aggiornamento-ottobre-2016

In ogni caso, se volete o se siete costretti a perseverare nell'utilizzo del plugin di casa Adobe assicuratevi attraverso questo link di avere installata l’ultima versione, la 23.0.0.185. Se così non fosse dovreste provvedere subito all'aggiornamento. Infatti, come riporta 9To5Mac, Adobe ha ammesso la presenza di una grave vulnerabilità che potrebbe consentire ad un utente malevolo di prendere il pieno controllo di un sistema macOS, Windows, Linux o ChromeOS. Insomma nessuno ne esce risparmiato e l’unica cosa da fare è ricorrere immediatamente all'aggiornamento di sicurezza. Che dire, speriamo soltanto che questa sia una delle ultime volte a dover parlare ancora del vetusto Adobe Flash Player.